L’inverno porta con sè giornate corte piovose e fredde, alle 17 può capitare che sia già buio. La voglia di mangiare zuppe, minestre, bolliti, stufati e passate di ogni genere, diventa predominante, il nostro fisico ci richiede cibi caldi cremosi e appetitosi.

Uno dei piatti più gustosi che per certi versi racchiude tutte queste caratteristiche è la lasagna, che con la besciamella (cremosa), il sugo (saporito) e la sfoglia di pasta, lo fa diventare un piatto stuzzicante e che soddisfa a pieno il nostro palato, ravvivando i grigi giorni invernali.

Ma…. esiste sempre un MA. Quando si parla di cibo, bisogna sempre considerare il tempo di preparazione e l’apporto calorico che ci può dare. Preparare le lasagne è un procedimento piuttosto lungo e soprattutto l’apporto della besciamella, lo rende un piatto molto calorico. Ma noi siamo FIORENTINI, la besciamella è parte integrante del nostro DNA, certo ha un altro nome e per fortuna è molto meno calorica.

Sto parlando della “Colla Fiorentina”, abituati fin da piccoli a consumarla, preparata dalle nostre madri quando l’influenza ci colpiva. Una crema che avrebbe bisogno di un post tutto suo, e mi riprometto di raccontarvi tutta la sua storia.

L’altra sera non sapevo cosa cucinare per cena, e aprendo il frigo, ho trovato due pacchi di gnocchi di patate (TOPI).

Le prime piogge, la fine dell’ora legale, tutti elementi che mi hanno stimolato a preparare questo gustoso piatto: “Topi alla colla fiorentina”.

Ingredienti

Gnocchi di patate 1kg
Latte 1 litro
Farina 4 cucchiai (può variare la quantità a seconda se vogliamo una crema più o meno liquida)
Formaggio grattugiato e pangrattato q.b.
Noce moscata, sale e pepe q.b.
Pommarola 2 ramaioli

Ho scelto gli gnocchi perché li farò cuocere direttamente nel sugo, risparmiando tempo utile.

Prepariamo la Colla Fiorentina: mettete il latte in un tegamino capiente, accendete il fuoco, e quando sarà ben caldo (non deve bollire) iniziate a mettere la farina, aiutandovi con un colino a grana fine, evitando così la formazione di grumi; mescolate continuamente con una frusta e quando inizierà ad addensarsi, continuate a mescolare ancora per un po’, aggiungendo noce moscata, sale e pepe.

Fatela riposare per circa 10 minuti poi metteteci due ramaioli di pommarola, se avete del sugo di carne andrà anche meglio, aggiungete anche un po’ di formaggio grattugiato.

Nella teglia da forno mettete gli gnocchi e tutta la salsa. Se il tutto risulta troppo denso aggiungete un po’ di latte, mescolate bene e per finire cospargete con altro formaggio grattugiato e pangrattato, infornate a 180°C e fate cuocere per 30 minuti.

Avrete ottenuto così un piatto molto gustoso, veloce e di semplice preparazione.

Buon Appetito!

Topi alla colla fiorentina

Topi alla colla fiorentina

(Visited 561 time, 2 visit today)
Share

Dicci la tua

Stefano Poli

Nato a Prato, ma vivo a Firenze da sempre. Sommelier dal 1986, amante del buon cibo ed estimatore del buon vino. Viaggiatore singolare, proiettato alla scoperta di nuovi sapori, usanze e costumi diversi. Un piccolo aneddoto che mi riguarda: la soddisfazione di “aver pestato i piedi a Steven Spilberg durante un ricevimento a cui ero presente, come sommelier. Volete sapere qual è stata la sua reazione? Molto elegantemente, si è complimentato con me per la scelta dei vini.