Il commentatore tecnico del circolino ha la voce rauca alla Sandro Ciotti, un intercalare decisamente ateo e gli occhiali da sole alla Venditti, sempre e comunque. Anche nel buio completo della saletta dove trasmettono la partita.
Il vero tecnico del circolino odia gli altri commentatori tecnici del circolino, perché “ora son tutti tennici… Ma ‘ndo vu’ v’eravahe quando s’era in C2? Sie… ma i’cche tu dici?! Togliere Borja Valero? Vaia vaia…”
Il tecnico del circolino snocciola congiuntivi con la stessa proprietà linguistica di Antonio Di Natale; odia Aquiliani. “E l’è sempre a sistemarsi quei c**** di capelli… Beota! Deficiente! Tornatene a Roma, testadia**o! M****** b****! %&%磔£!!!”
“S’è pagato anche tre euri per vedere ‘sto scempio… Tre euri! Vergogna! Ladri! Peggio della Juve!”
Ma, quando meno te lo aspetti, il tecnico del circolino mostra anche le proprie sensibilità estetiche: “Madonna come l’è brutto questo Ilicic… Brutto tussei! Brutto e incapace! NOVE MILIONI S’È PAGAHO ‘STO SCEMPIO!” “O Cuadrado… ma che capelli tucc’hai?! Metteteli a Ilicicicic i capelli di Cuadrado, che diviene più bellino! Sì sì… vai… con i baffettini di Mati Fernandez e gli occhi a scimmia di Aquilani… Aquilani sei peggio di Montolivia!”
In una settimana, il commentatore tecnico del circolino passa dall’obiettivo scudetto alla necessaria rifondazione della squadra.
Il commentatore tecnico del circolino odia – in rigoroso ordine di avversità: Aquiliani, il cassiere del circolino, il primo passante che si azzarda a nominare uno schema calcistico, Ilicic, Massimo Mauro e Guidolin.
Il vero commentatore tecnico del circolino odia tutti.

“Bada come sta questo…”

(Visited 83 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Paolo Serena

Paolo Serena, sociologo e giornalista, toscano doc e fiorentino mezzosangue, è un gran tifoso viola e un fan senza tempo di Riccardo Zampagna.
Ama gli spaghetti alle vongole, il caffellatte con le Gocciole e il sud-est asiatico; odia la Juve.
Diventa fan di Ultras da Tastiera