Quinta giornata del campionato di Eccellenza e terza vittoria consecutiva per i Medicei. Questa volta hanno ospitato in casa il Conad Reggio, squadra già da tre anni nella massima serie e che quest’anno dura fatica a trovare la propria dimensione. Infatti si tratta della ultima in classifica, tuttora a zero punti visto che ha affrontato, nelle giornate precedenti, tutte le maggiori squadre del campionato.

Avversario comunque da non sottovalutare, fisicità e voglia di giocare ci sono essendo anche loro praticamente degli esordienti. Ne è risultata una partita avvincente dove i padroni di casa hanno confermato il lavoro fatto in allenamento e il loro continuo miglioramento.
Gioco ben strutturato e, finalmente, molta disciplina in campo. Pochi infatti i falli fischiati ai fiorentini mentre il nervosimo prevale nelle linee reggiane. Peccato per il cartellino giallo nel secondo tempo a Mc Cann che, portando i Medicei in inferiorità numerica, ha dato la possibilità al Conad Reggio di tornare in partita.

Match molto combattuto, molti i giocatori a terra che hanno necessitato di assistenza medica, Cerioni ha dovuto lasciare il campo per una spalla lussata, anche Montivero deve allontanarsi tenendosi il fianco, temiamo per le costole. Ma i sositututi, Mattoccia e Battisti, fanno bene il loro lavoro e il gioco fiorentino non ne risente il che toglie ogni dubbio sulla validità della panchina profonda creata da Pasquale Presutti.

Quattro le mete segnate dai Medicei, Dan Newton ha effettuato ogni trasformazione e segnato tutti i piazzati. Il Conad Reggio approfitta del, normale vista l’intesità del gioco, calo fisico fiorentino per accorciare le distanze ma la partita resta ai bianco rosso argento. Risultato finale 34-17. Ulteriore punto bonus offensivo che avvicina di soltanto un punto i Medicei al Viadana, quinto classificato, e che li mette a distanza di sicurezza dalle Fiamme Oro che sono state sconfitte dal Petrarca Padova, prossimo avversario, fuori casa dei fiorentini.

Materiale fotografico di Donatella Bernini

(Visited 184 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Alessandro Fantini

Fiorentino di terza generazione, divoratore di libri e fumetti, instancabile frequentatore di cinema e pub. Tifoso sfegatato di rugby, collezionista compulsivo, amante dei tatuaggi.
Poi ho anche dei lati positivi.