Mare nostrum

Mare nostrum ha di fronte a sé nuove e numerose minacce. Questo quadro emerge da uno studio promosso dal WWF, che attraverso il suo programma Mediterranean Marine Initiative e coordinato dal WWF Francia, ha analizzato la situazione in otto Paesi: Croazia, Cipro, Francia, Italia, Grecia, Malta, Slovenia, Spagna. Questo studio, prende in esame per la prima volta gli scenari di sviluppo di tutte le attività produttive marittime e le mette in correlazione tra di loro.

La prima minaccia riguarda la crescita senza precedenti dello sfruttamento petrolifero e del gas. Infatti, come riporta lo studio, « attualmente oltre il 20% del Mediterraneo è dato in concessione per l’industria petrolifera e del gas, e la produzione entro il 2030 di gas offshore verrà quintuplicata».

Secondo il WWF, oltre allo sfruttamento petrolifero e del gas, tutti gli altri settori tradizionali dell’economia marittima, come il turismo, il trasporto e l’acquacoltura subiranno uno sviluppo esponenziale in tutta la regione del Mediterraneo, mettendo a duro rischio la tenuta dell’intero ecosistema, se non si mette in campo una pianificazione coordinata e a lungo termine nell’intero bacino.

L’ONG si oppone dunque «al programma di sviluppo petrolifero e gas offshore», e reclama la creazioni di aree marine protette al di là delle acque territoriali, la regolazione del traffico marittimo e la creazioni di dispositivi anticollisione per i cetacei.

A livello nazionale, il referendum approvato dalla Consulta denominato anti-trivelle, può rappresentare un primo passo affinché siano i cittadini a decidere cosa fare del loro mare. 

 

Per approfondimento: http://www.wwf.it/news/notizie/?20520

 

 

(Visited 381 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Giacomo Bertini

Classe ’90, dopo una fallimentare carriera calcistica ho deciso di emigrare a Bruxelles per continuare i miei studi universitari, sognando una futuro internazionale. Infatti sto frequentando un Master in Relazioni Internazionali, dopo aver conseguito una Laurea triennale in Scienze Politiche. Mi piace leggere, sia giornali che libri, per mantenermi aggiornato sotto qualsiasi aspetto. Pari alla mia passione per il calcio, c’è solo quella per il giornalismo e la politica. Non sono un grande oratore, però mi piace ascoltare e osservare il mondo che mi circonda ed esprimere con la scrittura i miei pensieri. Ed ora li condividerò con voi.
http://bertinigiacomo.blogspot.it/