C’è crisi. C’è grossa crisi. Nulla da fare. La spending review e l’austerity ci obbligano a tagliare i costi di tutto ciò che abbiamo di più “caro” (scusate il gioco di parole). Ce lo chiede l’Europa di stringere i denti e la cinghia. E allora niente più cornetto e cappuccino al bar. Ci contentiamo di quella versione horror di bevande al gusto di… che vengono erogate da quelle simpatiche macchinette davanti alle quali proviamo a fare la nostra faccia meno depressa e speriamo sempre che alla fine ci diano poi il resto. Ma si sa che in questo paese non funziona mai nulla, ed allora, un piccolo grande genio, ha deciso di metterlo per iscritto. Davanti alle nostre espressioni attonite. Mentre stiamo per introdurre la moneta e selezionare il numero di riferimento alla finta versione di un qualcosa che, ingannando il nostro cervello, dovrebbe sembrare una bevanda da bar, lui ci avverte. Dobbiamo andare all’estero! Qui non funziona nulla… nemmeno la cioccolata! Il distributore automatico, meravigliosa metafora di una nazione allo sbando, dove ce n’è per molti gusti, ma spesso ti vengono fregati i soldi, non c’è la palettina o manca lo zucchero. Qualcuno cerca di scuoterlo, ma inutilmente. E’ proprio vero, citando un grande, che “qua la gente non sa più quando stiamo andando su questa tera, qua la gente non sa più quando stiamo facento su questa tera”.

TuttaFirenze-Genio-fiorentino_25
(Visited 75 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Lorenzo Montemagno

Nato nella città più bella del mondo, in un radioso primo di Giugno del secolo scorso, ha avuto l’avventura di essere adolescente negli ormai mitici anni ’80, quando la lotta armata degli “anni di piombo” lasciava gradualmente il posto alle lotte spaziali di Goldrake, Mazinga e Jeeg robot d’acciaio. Tra i Duran Duran e gli Spandau Ballet si era già fatta strada una passione ben più pregnante, quella per la satira.
Raggiunta la maggiore età comincia a collaborare come vignettista ed illustratore per libri e riviste. Tra le cose fatte si ricordano i tre anni della trasmissione televisiva “Allo Stadio con Gioia” che portò alla pubblicazione del piccolo volume “Dal paradiso al purgatorio e ritorno” che raccoglieva le migliori vignette apparse in video. Molte vignette sono apparse nei periodici “Tuttotifo”, “La Gazzetta Viola” e, più recentemente, la nuova edizione de “Il Brivido Sportivo” e sul Vernacoliere.