IMG_20150313_114225Qualche giorno fa, pedalando con la mia bicicletta lungo la salita del viale Michelangelo, circondata da magnifiche querce e alberi secolari, che porta al Piazzale omonimo, mi sono recato all’istituto IOT per prenotare una visita specialistica. Erano circa quindici anni, da quando prestavo servizio civile nella Misericordia di Firenze, che non mettevo piede nel presidio ospedaliero, istituto ortopedico toscano. Durante il periodo in cui ho svolto servizio, ho visitato tanti ospedali da restarne nauseato, soprattutto dall’atmosfera grigia che purtroppo si respira in questi luoghi. Non mi ricordavo come fosse l’interno della struttura IOT e la prima cosa che mi ha colpito è stata la funivia che attraversa l’interno stabile; proprio come negli impianti sciistici, una grande cabina che in obliquo, attaccata a dei cavi di acciaio, sale i cinque piani presenti. L’eterno Peter pan che è in me non ha potuto far a meno di salirci sopra ed immaginare la vetta di una montagna innevata da raggiungere. IMG_20150313_114614Il quarto piano ha una sala d’attesa centrale, con una sorta di mosaico circolare stampato a terra, rappresentante composizioni floreali in stile rinascimentale. Ad ogni piano e nei corridoi circostanti mi sono soffermato ad osservare dipinti di personaggi toscani di spicco, opere in legno, affreschi su pietra di una bellezza unica, donati da artisti toscani e dell’intero stivale, che mi hanno regalato emozioni profonde. Al quinto piano una sezione scambio libri dove sia pazienti che visitatori possono leggere e scambiarsi letture, passando momenti piacevoli. Mi sono perso ad osservare quel luogo che non aveva l’aspetto dei soliti ospedali; ho preso un caffè e sono andato a berlo nel giardino terapeutico. IMG_20150313_115649Un piccolo spazio verde al cui centro si trova un disegno a forma di onda concentrica che, documentandomi ho scoperto avere lo scopo di attenuare le dissonanze dell’ambiente ed evocare sensazioni fisiche e mentali che si trasformano in risorse energetiche per i pazienti. Mi sono dimenticato lo scopo della mia visita all’interno del presidio ospedaliero IOT, un luogo dove l’arte con i suoi mille volti viene messa in rilievo per curare il dolore delle persone.

(Visited 134 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua