Il mio pensiero non ha potuto fare a meno di volare veloce ai tempi dell’infanzia, quando i miei genitori mi portavano la domenica pomeriggio a trovare i loro amici artisti… Uno di questi, per esempio, era Luca De Silva. Quindi, dicevo, il mio pensiero non ha potuto fare a meno di volare ai tempi dell’infanzia, quando dopo circa 25 anni il caso ha voluto che andassi a visitare una mostra di De Silva a Palazzo Medici Riccardi.

La mostra è un’antologica in cui si ripercorre a grandi linee il lavoro artistico di De Silva dal 1968 ad oggi e il titolo “Dai piedi alla testa” è a mio avviso molto significativo. Sì perché oltre a indicare un percorso cognitivo ed esperenziale, che parte dal basso (dai piedi) per ascendere verso le sfere più auliche e illuminate della mente, individua chiaramente anche tutto ciò che materialmente sta nel mezzo: il corpo. Le opere, le installazioni e le performance di Luca De Silva si nutrono avidamente del corpo dell’artista: la testa, il volto, le mani, un’azione, un travestimento, sono elementi integranti e imprescindibili nella narrazione allo spettatore.
Le opere di De Silva non sono mai statiche, suggeriscono un percorso, un viaggio nell’immaginazione e nella creatività. “Non c’è uomo se non c’è corpo, non c’è arte se non c’è il corpo dell’artista. Il mio corpo era ed è sempre presente ogni qualvolta concretizzo un’idea artistica. Ma il corpo si trasforma fisicamente nell’arco della vita e la mente, la psiche lo accompagna nel tragitto che inevitabilmente diventa conoscenza anch’essa in mutazione continua. Oggi la mia psiche, nel senso di anima e perciò di vita, si è mutata, trasformata, grazie all’aiuto dell’arte, del fare arte”.

Dai piedi alla testa. Opere installazioni performance 1968 – 2013
Palazzo Medici Riccardi, Sale Fabiani, via Cavour 1, Firenze. Fino al 30 novembre. Orari: 9-18, chiuso mercoledì. Info: MultiMedia91 tel. 055 8398747. Ingresso libero.

(Visited 105 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Beatrice Guarneri

Fiorentina da sempre, amante dell’arte da sempre. Coniuga queste due peculiarità recensendo mostre per TuttaFirenze. Altrimenti potrete incontrarla per le vigne del Chianti in sella al suo fido destriero Sel o sorprenderla mentre coccola la sua tonda miciona Zazie