“Ma che gli faccio fare, dai! Hanno cinque anni appena!” È il mio pensiero di oggi. E tanto lo penso e lo ripenso, che alla fine lo dico.
“Io non so dove arriveremo, però. Magari ad un certo punto ci fermiamo e torniamo indietro”.
“In effetti un po’ lunga è”.
“Ma è tutto in piano, dai. Secondo me ce la fanno!”.
Sono le nove e un quarto, è sabato mattina e noi siamo in Piazza Vittorio Veneto – a Sesto Fiorentino. In bici. (Quasi) pronti per un una bella pedalata nella Piana, direzione Cascine. Ecco, il mio dubbio è questo: 18 km in bicicletta… Ce la faranno? Un po’ ci credo e un po’ no.
È Chiara a rompere gli indugi: “Intanto prendete un po’ di cioccolato, così avrete tutta l’energia che vi serve”. E con la carica dei cioccolatini della Fiab, partiamo.
Quanti siamo? Non lo so. Ma un bel gruppo, sì! Con noi ci sono Valter, Faustino, Giuseppina, due agenti del nucleo in bici della Polizia Municipale. Paolo ad aprire la fila e Chiara a chiuderla. Sono loro che hanno organizzato tutto. E il giro è una sorpresa incredibile: pedaliamo nel verde, scopriamo che c’è un maneggio a due passi da casa nostra, che si può arrivare a casa dei nonni, a Peretola, senza quasi incontrare macchine. Poi l’Indiano, l’Indianino: ci siamo! L’erba, il sole, la schiacciata. Le borracce, due tiri al pallone. La sorpresa più bella però sono loro, i miei due piccoli ciclisti, i loro sorrisi divertiti, incuriositi, la loro grinta, l’energia che sembra inesauribile.
“Siete stati incredibili, bimbi!”.
“Davvero, mamma? ”.
“Davverissimo!! Energia a gogo!!!”.
“Allora ci vuole un altro cioccolatino?”.
“Beh….”.
“Sono buonissimi! Ne vuoi uno anche te?”.
“No, io….”.
“Sono i cioccolatini della bici!”.
“E allora: cioccolatini per tutti!”.

(Visited 77 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Francesca Falagiani

Fiorentina d’importazione. Sono mamma – a tempo quasi pieno – di tre piccirulli. La mia vita è piena e rumorosa. Un po’ un caos! Dicono di me che sono una persona solare e positiva. Sicuramente: sorrido, spesso. Sono laureata in Media e Giornalismo, sto studiando per diventare maestra. E cerco di barcamenarmi tra mille cose, come tutte le mamme. E poi c’è il mio blog SmartMommy (http://www.smartmommy.it/). Per raccontare tutto il bello dell’essere mamma. Il bello anche nella fatica, nell’esaurimento, nello sconforto. Che ci sono – è innegabile – ma sono una parte. Per raccontare che si può fare. E lo si può fare divertendosi.

TESTTTTTTTTT

Allora niente!