mondiali_BLULunedì 11 luglio
Finita la sbornia calcistica degli Europei − che hanno avuto il merito di rendere vivibili le tristissime serate televisive estive − di colpo il teleutente si ritrova davanti… il nulla. Un trauma psicologico difficile da superare. Stasera ci si può provare con Voyager su Rai Due, che parla di Toscana: San Galgano e Torre di Pisa. Sicuramente non aiuta Canale 5 con la seconda parte (incredibile, c’è stata anche una prima!) del Coca Cola Summer Festival. Passerella stantia di cantanti italiani giovani ma anche vecchi. Se vi manca il calcio guardatevi su La7 La grande finale, storia della vittoria mondiale del 2006. Avvertenze: solo per nostalgici estremi o palladipendenti in crisi di astinenza.

Martedì 12 luglio
Un attimo di commozione. Perché talvolta anche la tv estiva può presentare gradite sorprese. Su Rai Due in prima serata c’è Criminal Minds Beyond Borders, prima serie. Protagonista Jeff Garret, un ex della galassia CSI ma voci di corridoio parlano di ospitate di Penelope Garcia e David Rossi. Ma non finisce qui. Perché a seguire la Rai, benedettalei!!!, manda in onda un episodio della nona stagione di Criminal Minds. Vivaaaa la Rai!!!!! Ah, se siete impazziti e tutto questo non vi interessa, su Iris c’è Hitchcock con Il sipario strappato. Paul Newman e Julie Andrews. Mentre su Nove potete godervi il film In questo mondo di ladri, protagonista Valeria Marini. Sì, non ci credevamo, ma almeno un film l’ha girato. Come? E che ne sappiamo se è successo quando stava ancora con Cecchi Gori…

Mercoledì 13 luglio
Su Rai Uno otto nuove puntate di SuperQuark con Piero Angela, padre di cotanto figlio. Avevamo detto che Chi l’ha visto? era finito. Errore. Ci sono quattro puntate speciali con i casi più eclatanti. Giusto per non perdere ascolti. E per difendersi da programmi cult di Mediaset come Temptation Island e Paperissima Sprint che invece volano sulle ali dell’auditel. E per controbilanciare flop come Squadra speciale Cobra 11, che è diventato troppo sanguinolento per attirare i teleutenti. Comunque la Rai sta provando a rendere la tv estiva meno desolante. Non ci credete? E allora guardate che cosa hanno architettato le menti dei nuovi direttori per domani sera.

Giovedì 14 luglio
Don Matteo 9 su Rai Uno. Riproporre repliche di programmi che hanno fatto strage (si fa per dire) di ascolti. Questa è la geniale trovata dei nuovi e superpagati vertici della tv pubblica. Tirare la coperta finché non si strappa. Se si rompe, rammendarla. Del resto è anche vero che se serie nuove come Jane the Virgin su Rai Due fanno ascolti da monolocale allora ben vengano le repliche e i replicanti. Allons enfants de la Patrie Le jour de gloire est arrivè! Oggi hanno preso la Bastiglia!

Venerdì 15 luglio
L’esordio de Le regole del delitto perfetto è stato un po’ caotico (censura a parte…). Ammettiamo di aver avuto qualche difficoltà di comprensione viste velocità di azione e sovrapposizione di piani temporali. Dite che ci meritiamo Don Matteo? I bassi ascolti della scorsa settimana della nuova serie ci danno ragione, saccentichenonseietealtro. E poi non ci arrendiamo ma andiamo avanti. Fino alla fine. Della serie, naturalmente.

Sabato 16 luglio
Su Rai Uno Una voce per Padre Pio, evento di fede e testimonianze di miracoli. Conducono Alessandro Greco e Gigi D’Alessio. Che ne sappiamo se canta. Però c’è la Tatangelo. Non ghignate, malpensanti. Non è un miracolo. Passava di lì per caso. Sono pure coincidenze. Comunque se non vi piace sintonizzatevi su Rai Tre: c’è Si vive solo due volte con Sean Connery-Bond. Meglio. Anche perché Padre Pio dura più di tre ore. E francamente… con tutto il rispetto…

Domenica 17 luglio
La notizia della settimana è il ritorno in Rai di Pippo Baudo che presenterà Domenica In. No non è una replica. Come? La direttrice aveva detto che bisognava svecchiare (vero, però che parlava degli utenti non dei protagonisti)… e un altro aveva detto che bisognava rottamare tutti… Il problema non sono gli ottant’anni di Baudo ma quello che gli faranno fare. Perché il difficile viene adesso. Insomma, non vorremmo essere nei panni degli autori del programma… Il vecchietto dove lo metto dove lo metto non si sa…
Coraggio ragazzi.

(Visited 82 time, 2 visit today)
Share

Dicci la tua

Duccio Magnelli

Lettore un po’ bulimico, non si limita a leggere qualsiasi cosa gli capiti sotto mano ma decide anche di mettersi a scrivere. Diventa così un giornalista pubblicista che scrive di calcio e si impiccia di tutto il resto. Romanzi compresi. Come i tre che (per ora) portano la sua firma.

TESTTTTTTTTTT

Meglio ridere