Lincoln, Django, l’ultimo di Zemeckis e la verità sull’omicidio di JFK, tutto registrato con un microfono nascosto in un cespuglio del Barco.

 

Un mercoledì mattina di sole al Barco. Un microfono nascosto. Tre pensionati, di cui uno di nome Lisindo, una copia de “La Nazione” e un film da scegliere.

-Lisindo, te che c’hai la Nazione, guarda icche c’è ai’cine stasera

-Ora te lo dico, allora, allo Speis a Novoli c’è un filme co i’negro, quello bravo

-Un’si dice negro, si dice nero

-Evvu sbagliate tutte’due, e si dice afroamericano

-Allora ai’cine c’è un film del negro afroamericano bravo

-Ma quale, quello che ride?

-Chi l’è i’nero, anzi, l’afroamericano che ride?

-Quello che in tutti i film facea i’poliziotto

-Noooo, no quello un’fà più film dagli anni ’80, l’hanno beccato con un travello su viali di Los Angeles, io dico quello bravo, quello che faceva anche i’buho con Forrest Gamp

-Un’si dice buho

-E come si dice, afrobuho?

-No, si dice gay o omosessuale

-Sarà…

-Ma dicchè parla i’filme?
-Boh, i’filme si chiama Flait e c’è lui tutto in divisa vestito come Riciard Ghir in Ufficiale Gentiluomo
-Sarà la solita cosa sparafrulla all’americana
-Se si deve vedere uno sparafrulla si può vedere Chuck Norris sui 4 che l’è gratis

-Ma no, unn’è uno sparafrulla, lui fa i pilota d’aerei drogato

-Nero, buho e drogato…maremma bona, ce l’ha tutte lui

-Ho bell’è capito, a voi i’cinema impegnato un’vi garba

-Sennò andiamo ai’Fulgor, m’hanno detto che c’è il film di Spilberg su Lincoll

-No siè, la mi moglie l’ha ma fatto vedere tutta la serie sui Kennedi su La7, se vedo un’altro film su un presidente americano ammazzo qualcuno

-Oh, stai tranquillo Lisindo

-Tranquillo una sega! Secondo me Li Osvold era stato costretto dalla moglie a vedere qualche serie tv su qualche presidente, sennò un’si spiega ipperché gli abbia sparato nì cervello a Gieieffchei. Se ero io Gim Gherrison gli arrivavo in aula e risolvevo il caso in due minuti, altro che servizi segreti, mafia e cazzi e mazzi. Li Osvold lo avrebbero assolto, incapace d’intendere e di volere pe’ via dei coglioni frantumati, l’era legittima difesa!

-Vabbè, allora niente Lincoll, però ai’Fulgor c’è anche quello di Tarantino

-Ecco Tarantino mi garba, ci mette sempre qualche bella donna, e poi un western l’è un monte che un’si vede

-Western per modo di dire, anche ni’filme di Tarantino parlano di neri

-Afroamericani

-Infatti Spaic Li s’è incazzato, dice che Tarantino unn’ha capito una sega sulla schiavitù

-Si vabbè, allora Spaic Li negro solo lui, sembra che li possa fare solo lui i film sui neri

-E c’avrà le palle girate perché gliè dieci anni che un’fa un film bono

-Vabbè, lasciamo stare i’fratello negro di Bruce Li, allora si va a vedere Tarantino stasera

-Boia, e dura tre ore, Lisindo, portati i’catetere

-Un cel’ho, se la mi scappa e ti piscerò nì poppecorne

 

Cose fatti e persone citati nel post:

Denzel Washington: grandissimo attore che sta ripercorrendo le orme di Robert De Niro dal cinema d’autore alla roba inguardabile da venerdì sera su Italia 1

Eddie Murphy: il nero che ride, ovvero, l’ Axel Foley di Beverly Hills Cop

Ufficiale gentiluomo: un film da guardare solo per la scena finale in cui Debra Winger si toglie il cappello e gli si sciolgono i capelli

Flight: il ritorno di Robert Zemeckis al cinema

Chuck Norris: uno che non ha l’altra guancia (Cit.)

Lincoln: il film della vita di Steven Spielberg sputtanato dal doppiaggio di Favino

Lee Osvold: beh, è Lee Oswold, la persona accusata di essere l’assassino di JFK.

Jim Garrison:  avvocato statunitense, noto per essersi occupato come procuratore distrettuale – dal 1966 al 1973 – dell’inchiesta sull’assassinio del presidente John Fitzgerald Kennedy, ma soprattutto interpretato da Kevin Costner in uno dei pochi film decenti di Oliver Stone

Django: ennesimo capolavoro imperdibile di Tarantino

Spike Lee: uno faceva film belli negli anni 90 e che ora passa le giornate in pigiama a guardare e criticare film con attori afroamericani

(Visited 114 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Michele Arena

Interessato a tutto ciò che è Indie, ma soprattutto alla musica e al cinema, lavora come Operatore sociale a Campi Bisenzio. Il suo sogno è tenere una lezione al DAMS su Notthing Hill.