Era fine Agosto dell’anno scorso quando un’enorme tassello del mio cuore era fatto in mille pezzi; ricordi di tante serate spensierate ridotti in briciole dalle ruspe. Una lacrima aveva solcato il mio volto quando le pale meccaniche avevano ridotto in poltiglia uno dei luoghi che ha fatto sorgere in me la passione di far girare i dischi. Parlo dell’ex discoteca Central Park, via del fosso bandito, parco delle cascine. Da pochi giorni l’ex tempio della dance music è diventato il “ Fosso bandito”. Parco giochi per bambini, ristorante, piccola area concerti, spazio relax e noleggio bici; un complesso di quattromila metri quadri e quaranta posti auto. La nuova struttura ha un’architettura armoniosa e ricercata, su due piani; in alcuni punti sembra di essere in “Alice nel paese delle Meraviglie”. Lunghe panchine con la coda a chiocciola, girandole ipnotiche, giochi mai visti prima tutto contornato dal verde. L’investimento totale per la nuova area è stato di due milioni di euro e ha creato cinquanta nuovi posti di lavoro.
Fino a pochi giorni fa non era possibile vedere i lavori in corso, per via delle recinzioni che limitavano la visuale interna. In sella alla mia bici quando sono passato proprio davanti al nuovo parco, una tempesta di emozioni e ricordi mi hanno attraversato come la lama di una spada che affonda nel burro. Proprio lì nel centro dove ammiravo il mitico dj Gabry Fasano far esplodere le casse con migliaia di watt di potente musica, ora una coppietta prende il tè delle cinque. Le decine di ragazze in minigonna che mi passavano davanti mentre aspettavo in fila che il buttafuori mi facesse entrare, oggi sono papà e mamme che danno la mano ai loro bimbi. In quella pista da ballo dove ho cercato di mettere in atto tanti tentativi d’“imbrocco”, adesso decine di bambini si arrampicano, saltano e macchiano i loro pantaloni con il verde dell’erba. Le orecchie che fischiavano per ore dopo aver passato una serata nell’ex Central park lasciano spazio a nuova vita.

(Visited 272 time, 6 visit today)
Share

Dicci la tua