FalcianiAlla fine degli ani ’90 frequentavo la libreria “Falciani” in via Tosinghi 44, perché vi lavorava la mia compagna di Università, Grazia; che da commessa riusciva a mettere su qualche spicciolo per le spese di studio. Lì conobbi Alessandro, in veste di libraio-editore e datore di lavoro della mia amica. Eravamo sul posto di lavoro ma non ci fu mai una volta che non ci facesse sentire come a casa nostra; noi facevamo in realtà salotto, a volte studiavamo, approfittando della grande tolleranza concessaci, ed inoltre avevamo la fortuna di essere in un ambiente particolare: immersi nei libri… in un contesto che a me da sempre tanta serenità. E di libri ce ne erano veramente tanti, davvero un notevole patrimonio di titoli.

Poi la crisi economica, e la stupidità nel voler a tutti i costi continuare ad aumentare l’affitto dei fondi commerciali, portò Alessandro, che ormai era diventato amico così come la sua libreria, a dover chiudere l’attività, seguendo purtroppo la sorte di tantissime altre realtà fiorentine.

Il libro racconta queste vicende con ricchezza di particolari, aneddoti divertenti e una lista di grandi personaggi che sono passati dalla libreria Falciani. Scritto con una passione che traspare ad ogni rigo, dove si sente quel calore che fa bene allo spirito. È inoltre un piccolo spaccato della realtà fiorentina di questi ultimi anni e possiamo anche vedere come, intorno al mondo libro, si muova ancora una rete di imprenditori, appassionati, distributori, scrittori, lettori e anche politici, che vale la pena di conoscere e preservare.

Chi ha vissuto 40 anni della propria vita circondato dai libri non poteva non dedicare infine un capitolo a chi si volesse affacciare a questo mestiere. Ed anche qui si è colpiti dalla forza e dall’entusiasmo delle parole con cui si trasferiscono tanti utili consigli.

Da leggere sentendo l’odore dei libri che emana ad ogni pagina.

Edizione commentata

Alessandro Falciani, Felicemente annegato nei libri, Edizioni Clichy, Firenze, 2014

(Visited 237 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Filippo Papini

Nato a Firenze (qualche tempo fa) dove vive e lavora. Laureato in Lettere, ha pubblicato i testi teatrali Tutti mi vogliono, tutti mi cercano, La danzatrice dal ventaglio nero, È quasi ora, Le perdute parole; un poliziesco Giallo mare; una raccolta di poesie Osè e una serie di articoli per riviste di nautica. Nel 2011 ha contribuito alla nascita dell’associazione culturale Arseniko. www.arseniko.it