Il centrocampo.

Borja Iglesias Valero (+ Alvaro Valero)
In viola dal 2012
37 presenze/ 1 gol


(foto da www.fiorentina.it)

http://www.youtube.com/watch?v=Glit8VFYC_0
Dopo un video del genere come fai a non innamorarti perdutamente di un calciatore?

Rui Manuel Cesar Costa
In viola dal 1994 al 2001
215 presenze/ 38 gol


(immagine tratta da www.lamagliadellafiorentina.it)

Una volta una ragazza portoghese mi disse che la saudade non è un pensiero, ma un sentimento; è la memoria del cuore che soffre nel ricordo nostalgico, di ciò che non c’è più; è presenza struggente di un’assenza, di un momento di vita finito, di un amico che se ne è andato, di un’illusione; è il dolore per la lontananza dalla propria terra, dal proprio amore; è un senso di vuoto.
E’ la tormentata volontà di avere di nuovo quello che si è perso.
E’ la forza di non lasciarsi sopraffare da questo struggimento e di tradurre il passato dando un senso al presente; e’ un dolore.
Ma anche un piacere che mantiene in vita ciò che non esiste più, è lontano e non può più tornare.
Io ho saudade di te Manuel.
http://www.youtube.com/watch?v=lT0uJ5eyogc

Stefan Schwarz
In viola dal 1995 al 1998
78 presenze/ 2 gol


(foto da www.wikipedia.com)

Autunno 1996, ho 13 anni, sono allo stadio con mio Babbo a vedere Fiorentina Vs Sparta Praga, ottavi di finale di Coppa delle Coppe. Felicità.
Durante il riscaldamento, lo svedese Stefan Schwarz dal limite dell’area prova un tiro che incredibilmente, disegnando una traiettoria praticamente orizzontale, si schianta contro la barriera della Maratona. Nel silenzio generale, mio padre si alza in piedi e urla “ se oggi segna Svarze pago la cena a tutto lo stadio”
Ovviamente Schwarz segna proprio quella sera uno dei due miracolosi gol della sua carriera Fiorentina.
39.999 persone esultano. 1 fa finta di nulla.
Questa è la prima cosa che mi viene in mente se penso a Stefan . Ma poi ricordo che fu un grande centrocampista tutto cuore, fisico e muscoli che, nonostante i mezzi tecnici non eccelsi, ha saputo ritagliarsi un ruolo importante nella storia della Fiorentina.

(Visited 110 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Niccolo Lapi

Nato a Firenze nel marzo 1983 è laureato in Storia e Tutela dei Beni Archeologici e in Archeologia Medievale e, visto che evidentemente non era bravo a prendere le strade più facili, ha deciso nel lontano 1991 di amare in maniera viscerale la Fiorentina.
Oltre a tutto questo è anche musicista, appassionato lettore, viaggiatore zaino in spalla nonché, quando capita l’occasione pessimo scrittore della propria biografia essenziale.