Sabato e domenica, tutti in sella, c’è “Firenze a pedali”, organizzata da FIAB FirenzeInBici, UISP e Comune di Firenze con la collaborazione dell’Ambasciata dei Paesi Bassi. La manifestazione comprende “Bicincittà” e “Bimbinbici” e si svolge in occasione della Terza Giornata Nazionale della Bicicletta.

Questo il programma:

sabato, alle 19, alla Palazzina delle Pavoniere saranno distribuiti 1000 kit di luci per bici e magliette e alle 21 parte “La Notte Blu dei Ciclisti Illuminati”, un giro in notturna per promuovere l’uso delle luci per chi va in bici. Premio per bici illuminata più originale.

Domenica alle 15 alla Palazzina delle Pavoniere, la presentazione della Giornata, il tesseramento FirenzeInBici e UISP e la premiazione del concorso di disegno “Una strada tutta mia”.
Alle 16 la partenza di Bicincittà e Bimbimbici: la gimkana in bicicletta per i più piccoli, e bicicletta per i più grandi tre le Cascine, l’Isolotto e l’Indiano. La giornata si conclude alle 18 con “-500 giorni ai Mondiali di Ciclismo”: 500 giri del velodromo delle Cascine. Seguirà un rinfresco.

La partecipazione è libera e aperta a tutte/i. Io mi raccomando – e con me anche gli organizzatori: tutti con il casco!!! Specialmente i piccini. E poi: il rispetto del Codice della Strada. Sempre!

Per informazioni: FIAB FirenzeInBici
Telefono 329.1524746
Sito Web: www.firenzeinbici.it
E-mail: info@firenzeinbici.it

(Visited 61 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Francesca Falagiani

Fiorentina d’importazione. Sono mamma – a tempo quasi pieno – di tre piccirulli. La mia vita è piena e rumorosa. Un po’ un caos! Dicono di me che sono una persona solare e positiva. Sicuramente: sorrido, spesso. Sono laureata in Media e Giornalismo, sto studiando per diventare maestra. E cerco di barcamenarmi tra mille cose, come tutte le mamme. E poi c’è il mio blog SmartMommy (http://www.smartmommy.it/). Per raccontare tutto il bello dell’essere mamma. Il bello anche nella fatica, nell’esaurimento, nello sconforto. Che ci sono – è innegabile – ma sono una parte. Per raccontare che si può fare. E lo si può fare divertendosi.