Ha aperto nei giorni scorsi in via delle Caldaie 1R a Firenze la prima chatroom offline. Chatroom-A place to meet and chat è una stanza per fermarsi a parlare e per stringere nuove amicizie, di persona. Dove smartphone, social network e tecnologie 2.0 sono banditi.

L’idea è di due giovani americane, che, arrivate in città senza amici e forse un po’ annoiate da Facebook e Instagram, hanno pensato di trasformare un vecchio magazzino nel quartiere di Santo Spirito in un luogo accogliente, con sedie e altri oggetti. Per fermarsi, conoscersi, scambiarsi idee, e sopratutto parlare di persona (in diverse lingue), magari migliorarando il proprio inglese. E soprattutto, un posto dove abbandonare per un momento la vita connessa, a favore di quello che oggi sembra sempre più un lusso, piuttosto che la pratica quotidiana.

TuttaFirenze ha parlato nei giorni scorsi con una delle due ideatrici, Angela, che racconta come l’inaugurazione sia stata un successo di pubblico. E di come pensa di replicare l’idea in altre città europee.

Il programma delle prossime aperture di Chatroom è su Facebook, alla pagina @chatroomfirenze È vero: in questo caso bisogna essere connessi.

Buone chiacchiere…

 

Il logo della prima Chatroom offline aperta a Firenze

 

(Visited 1.077 time, 9 visit today)
Share

Dicci la tua

Matteo Minà

Giornalista professionista, già direttore marketing e commerciale. Studia e lavora nella moda dal 2000. Curioso e altruista. Appassionato di musica, delle biciclette e del buon cibo. I Love My Wife & to travel.