Firenze sempre più ‘open’. A gennaio 2013 i dataset pubblicati sul portale opendata del Comune sono 350, raddoppiati a meno di un anno dal lancio (erano 180 a febbraio 2012). Da oggi sono disponibili i kmz degli strati informativi sull’Arno con le curve di ‘isoprofondità’ dei limiti di esondazione delle aree allagate dall’alluvione di Firenze del 1966. In questo modo è stato possibile ricostruire l’alluvione su Google Earth (foto). Tra gli ultimi arrivati, anche il dataset nato dalla collaborazione con Publiacqua, prima partecipata a mettere a disposizione i dati in formato aperto. I cittadini possono così conoscere in tempo reale il livello del lago artificiale di Bilancino, la carta d’identità dell’acqua con i valori rilevati dall’esame chimico-biologico, i litri di acqua erogati dai fontanelli e le produzioni degli impianti dell’Anconella e di Mantignano. Nei giorni scorsi era stata inoltre siglato l’accordo di collaborazione tra Comune e Autorità di bacino dell’Arno per incrementare i dati open con quelli forniti dall’Autorità. Tantissimi i dati interessanti contenuti nel portale del Comune, come ad esempio la presentazione dei risultati provvisori del censimento: una finestra straordinaria aperta sulla città, che mette a disposizione un’infinità di dati su una maglia informativa (sezioni censuarie) a elevatissimo livello di dettaglio. I dataset sono destinati a crescere di giorno in giorno e costituiscono una mole di informazioni che non ha paragoni in Italia, in grado di raccontare tutto quello che c’è e succede in città, illustrando i servizi e le criticità, con mappe e grafici sui temi più vari: dall’ambiente all’amministrazione, dalla sanità all’urbanistica, dalla mobilità alla cultura, il cittadino trova in rete servizi e curiosità, mappe dei lavori in corso, percorsi delle piste ciclabili e posizionamento delle rastrelliere, domande per iscrivere i figli a scuola, musei ed eventi. I dati aperti consentono anche di sviluppare applicazioni per smartphone, come ad esempio ‘Firenze Up!’, una app sugli eventi in città che sarà presto disponibile gratuitamente. Un altro passo per Firenze ‘wiki-città’ che vuole rivoluzionare il rapporto tra pubblica amministrazione, internet e cittadini.

link

(Visited 70 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua