Siamo quasi arrivati alla fine della regular season anche per il Pro14. Ottima annata, si sa, per il Benetton Treviso che si è reso protagonista di una competivitità mai vista in una squadra italiana a livello europeo, mancato di poco l’accesso alla qualificazione per la Champions Cup e tuttora in corsa per i play off del Pro14 nonostante la sconfitta della scorsa settimana contro il Munster per 37-28 a favore della formazione Irlandese.

Scarlets – Zebre

Tutt’altra situazione per le Zebre che non riescono a risollevarsi dal periodo nero che le sta caratterizzando. Vuoi per la lunga serie di importanti infortuni che ha costretto lo staff tecnico a correre più volte ai ripari, vuoi per una certa dose di sfortuna che ultimamente accompagna la franchigia federale, le Zebre Rugby Club si trovano ancora a fare da fanalino di coda della classifica della conference A. L’ultima sconfitta subita, contro gli Scarlets, è stata poi particolarmente pesante: 42-0 il pesante divario subito che decisamente fiacca gli animi degli zebrati.

Arriva poi l’ultima giornata di regular season, il prossimo 27 aprile avremo l’ultimo derby italiano della stagione. Infatti a Parma potremo vedere le due franchigie affrontarsi nuovamente! Al Treviso serve una vittoria con punto bonus per poter accedere ai play off mentre le Zebre, a questo punto, mirano più a salvare la faccia che altro.
Legittimo chiedersi se le due squadre non abbiano intenzione di accordarsi sul risultato,  ma siamo sicuri della onestà degli atleti italiani e ci goderemo sicuramente una grande partita.

Guardando avanti apprendiamo in una intervista esclusiva rilasciata per il sito Onrugby.it da Conor O’Shea la ferma intenzione di continuare il progetto di sviluppo dei permit players con doppio tesserino. In altre parole un giocatore di Top12 scelto da una delle franchigie potrà allenarsi ad alto livello con lo staff, ad esempio, del Benetton e, se non scelto per la partita di livello europeo, tornare a disposizione per la squadra originale.
Sulla carta si tratta di quello che manca al movimento italiano, visto anche quanto verrà dato a disposizione alle Zebre il prossimo anno, ma ci sarà sicuramente da fare i conti con il campalinismo tipico delle squdre italiane.

(Visited 53 time, 2 visit today)
Share

Dicci la tua

Alessandro Fantini

Fiorentino di terza generazione, divoratore di libri e fumetti, instancabile frequentatore di cinema e pub. Tifoso sfegatato di rugby, collezionista compulsivo, amante dei tatuaggi.
Poi ho anche dei lati positivi.