Oggi vi voglio proporre un piatto fresco e gustoso, una pietanza tipica della cucina pugliese: insalata di friggitelli e pomodori.

La base di questo piatto sono i friggitelli, ossia peperoncini verdi, e i pomodori freschi. I friggitelli vengono fritti in olio o saltati in padella (più leggeri) e quindi mescolati insieme ai pomodori.
Ho voluto provare anche una variante: ho aggiunto delle patate e della cipolla fresca, rendendo l’insalata più ricca e forse leggermente meno saporita, in quanto le patate attenuano il sapore dei peperoni.
Possiamo rendere questa insalata ancora più gustosa, aggiungendo anche delle cozze sgusciate, dando così quel sapore di freschezza e di mare di cui sentiamo tanto il bisogno in questo periodo.

Ingredienti:

Non indico le quantità, potrete deciderle a vostro piacimento.

Friggitelli
Pomodori insalatari
Patate
Cipolla fresca, meglio se Certaldo
Sale pepe e olio Evo Extravergine q.b.
Aceto, se piace

Pulite i friggitelli lasciandoli interi, saltateli in una padella antiaderente con un filo d’olio EVO (la tradizione vorrebbe che fossero fritti in olio).

Tagliate i pomodori a fette, sbucciate le patate e lessatele, stando attenti a non cuocerle troppo (devono essere ancora abbastanza consistenti) e fatele freddare.
Dopo aver cotto i friggitelli e le patate, tagliato i pomodori e tritato la cipolla a julienne, componete la pietanza in una zuppiera, mescolando tutti gli ingredienti, aggiustando di sale e pepe. Controllate se avete ancora bisogno di un filo d’olio e, per chi lo gradisce, aggiungete un po’ di aceto.
Se poi volete trasformare l’insalata in un piatto di mare, aggiungete delle cozze sgusciate, condite con prezzemolo tritato, un filo d’olio EVO e un po’ di limone.

Vi assicuro il risultato… un’insalata fresca e gustosa da mangiare a temperatura ambiente o fresca di frigo, accompagnata con un buon vino rosato fresco del Salento.

Come sempre… Buon appetito e

fatemi sapere

(Visited 48 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Stefano Poli

Nato a Prato, ma vivo a Firenze da sempre. Sommelier dal 1986, amante del buon cibo ed estimatore del buon vino. Viaggiatore singolare, proiettato alla scoperta di nuovi sapori, usanze e costumi diversi. Un piccolo aneddoto che mi riguarda: la soddisfazione di “aver pestato i piedi a Steven Spilberg durante un ricevimento a cui ero presente, come sommelier. Volete sapere qual è stata la sua reazione? Molto elegantemente, si è complimentato con me per la scelta dei vini.