Fonte: www.musefirenze.it

Parte giovedì 30 marzo la due giorni fiorentina dedicata al G7 della cultura (30 – 31 marzo). Un importante appuntamento internazionale che mette Firenze al centro dell’attenzione per il meeting tra i responsabili delle politiche culturali dei sette paesi più sviluppati. Si comincia giovedì mattina nella Sala Bianca di Palazzo Pitti, dove l’Italia è rappresentata dal ministro Dario Franceschini. Previsto anche l’arrivo del premier Gentiloni e, tra gli altri, anche dei Reali d’Inghilterra, freschi della ratificazione ufficiale della Brexit. Segue un’intensa programmazione di incontri con al centro del dibattito la tutela del patrimonio artistico e culturale mondiale.
Prevedibili le imponenti misure di sicurezza con un massiccio dispiegamento delle forze dell’ordine, tiratori scelti dislocati sui tetti, un drone per le ricognizioni aeree e limitazioni al traffico cittadino.
Parallelamente al G7, il Comune di Firenze e MUS.E hanno organizzato “G7 OFF”, un’agenda ricca di iniziative ed eventi correlati al vertice della cultura, dal 27 marzo al 27 aprile.
Dopo l’inaugurazione della riproduzione dell’Arco di Palmira, già ben visibile in Piazza Signoria, un altro appuntamento assume un certo rilievo: l’esposizione straordinaria della Chimera di Arezzo in Palazzo Vecchio. Insieme al celebre bronzo etrusco, installato in Sala Leone X, è esposto anche un documento di eccezionale importanza storica. Si tratta di una lettera inviata da Lorenzo de’ Medici a Baccio Bandinelli, che illustra un bozzetto a inchiostro della Chimera di Arezzo. Tra gli altri eventi speciali di “G7 OFF”, spicca il ritorno del maestro Riccardo Muti al Teatro dell’Opera, in programma venerdì 31 marzo. Muti dirigerà nuovamente l’orchestra del Maggio proponendo un concerto con le musiche di Rossini, Schubert e Brahms. Altri eventi coinvolgeranno luoghi importanti della città tra cui la Biblioteca Nazionale Centrale, Palazzo Medici Riccardi e il Museo dell’Opera del Duomo. Qui il programma completo.

(Visited 214 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua