Oggi 11 maggio, TuttaFirenze vi invita alla degustazione di “Un gusto per TuttaFirenze”, il gelato ideato dalla Gelateria della Passera in via Toscanella 15/r, a partire dalle ore 16,30.

Il gelato moderno, come lo conosciamo oggi, è nato a Firenze nel Rinascimento (XVI secolo) e potremmo addirittura azzardare a dire che l’idea di questo dolce gelato, prese forma in una bottega sul Ponte Vecchio.

Dal 1442, infatti, il Ponte vecchio era stato  destinato a sede dei Beccai (macellai). Le botteghe dei macellai erano state trasferite per rendere le vie cittadine libere da cattivi odori, derivanti dagli scarti di lavorazione della carne. Dal Ponte Vecchio, gli scarti venivano gettati direttamente in Arno, rendendo più  igieniche le vie cittadine.

La storia popolare, racconta che, l’inventore del gelato, fu un pollivendolo di nome Ruggeri, appassionato di cucina e cuoco a tempo perso, che decise di partecipare a una gara enogastronomica indetta dalla Corte dei Medici,  che aveva come tema  la realizzazione del “piatto più singolare che si fosse mai visto”. Ruggeri presentò un dolce gelato composto da neve, frutta mista e zucchero. Vinse il concorso e diventò il pasticciere più richiesto dell’epoca. Alle nozze di Caterina de Medici, celebrate a Nizza il 28 ottobre 1533, Ruggeri  realizzò  il “ghiaccio all’acqua inzuccherata e profumata”, preparazione di frutta molto simile al gelato attuale. Negli anni successivi, alla corte di Caterina, affinò la sua abilità di pasticcere del gelato attirandosi la malevolenza dei cuochi parigini. Si racconta che, stanco delle continue cattiverie sul suo conto, scrisse la famosa ricetta segreta e la consegnò a Caterina De’ Medici,  decidendo di lasciare la corte francese per tornare a Firenze e riprendere il suo vecchio lavoro di pollaiolo.

Successivamente, sul Ponte Vecchio i macellai sono stati sostituiti dagli orafi, ma i vicoli che raggiungono Palazzo Pitti sono sempre gli stessi. La Gelateria della Passera si trova al centro di queste secolari viuzze, dove  ancora oggi aleggia lo spirito di Ruggeri.

Mi piace pensare che il gelato “TuttaFirenze” sia stato “consigliato da Ruggeri”, e realizzato dai suoi migliori allievi.

Per questo vi invito a provarlo, come lo proverò io. Scrivetemi le vostre impressioni. Ciao a tutti e buon gelato!

(Visited 480 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Stefano Poli

Nato a Prato, ma vivo a Firenze da sempre. Sommelier dal 1986, amante del buon cibo ed estimatore del buon vino. Viaggiatore singolare, proiettato alla scoperta di nuovi sapori, usanze e costumi diversi. Un piccolo aneddoto che mi riguarda: la soddisfazione di “aver pestato i piedi a Steven Spilberg durante un ricevimento a cui ero presente, come sommelier. Volete sapere qual è stata la sua reazione? Molto elegantemente, si è complimentato con me per la scelta dei vini.