Mercoledì 3 luglio 2013 Giorgio Canali suonerà alla rassegna di musica d’autore “Il lupo della steppa”, ingresso libero al Parco dell’Anconella, via di Villamagna, 39/D Firenze.

I testi cantati da Giorgio Canali rappresentano il punto di forza della sua produzione artistica. Ormai distante dalla poetica di Giovanni Lindo Ferretti dei tempi dei CCCP Fedeli alla linea, conserva comunque il fascino di quell’epoca, ma non ha nulla a che fare con la recente svolta filocattolica.

All’interno di un’evoluzione piuttosto marcata dal primo album ai lavori odierni, Canali ha comunque mantenuto delle caratteristiche fondamentali: cinico, arrabbiato, corrosivo, maledetto, scrive testi potenti e d’impatto, sempre in violento contrasto con ogni deriva perbenista.

La politica ha un ruolo centrale, ma non per questo Canali deve essere considerato un cantante schiettamente ideologico, come invece poteva dirsi – almeno per quanto concerneva l’iconografia – dei CCCP Fedeli alla linea. Al contrario, lontano dalla lotta di palazzo, Canali parla di una politica respirata per le strade, vissuta sulla pelle dei più deboli o di chi, più semplicemente, non condivide derive autoritarie.

(Visited 96 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua