A mettere a tacere chi voleva la nostra nazionale Under 20 condannata a una figuraccia visti gli avversari che deve affrontare quest’anno, è arrivata la prova del secondo turno del Campionato Mondiale Under  20. Va detto il dubbio, vista appunto la eccezionale difficoltà del girone capitato agli Azzurrini, era venuto a tutti ma i più caparbi non hanno tolto il supporto ai colori italiani e piano piano stanno venendo ricompensati.

Forse complice di tale prova è il turnover dei giocatori che i tecnici italiani sono costretti a fare vista la vicinanza delle partite del girone, in altre parole quasi tutti i giocatori del primo turno non sono stati schierati in questa partita. Il risultato è stato una partita giocata ad armi pari contro una corrazzata come l’Inghilterra con quasi tutta la partita, ben 70 minuti, che ha visto l’Italia in vantaggio! La battaglia è stata tenuta anche questa volta a Santa Fé e la soddisfazione di aver giocato a tale livello contro una delle migliori formazioni al mondo nella categoria giovanile non è poca!

Insomma gli Azzurrini questa volta ci hanno veramente fatto sognare. Peccato per l’immancabile, e logica, reazione dei ragazzi di albione che riescono a tenere botta, recuperare il punteggio e arrivare a superare l’Italia con un calcio piazzato a partita praticamente finita.

Solo un punto di differenza priva i nostri ragazzi della soddisfazione della vittoria, infatti al fischio finale il tabellone segna il punteggio di 24-23.

Il terzo e ultimo impegno degli Azzurrini nel girone B è mercoledì 12 giugno dove dovranno affrontare un’altra prova difficilissima contro l’Irlanda. squadra che ha ottenuto, nel 6 Nazioni di categoria, il Grande Slam.  Come si comporteranno i giovani azzurri?

Materiale fotografico da ufficio stampa World Rugby

(Visited 37 time, 8 visit today)
Share

Dicci la tua

Alessandro Fantini

Fiorentino di terza generazione, divoratore di libri e fumetti, instancabile frequentatore di cinema e pub. Tifoso sfegatato di rugby, collezionista compulsivo, amante dei tatuaggi.
Poi ho anche dei lati positivi.