Novità di questa edizione del Top12, dopo lo scarso interesse dimostrato dalla televisione di stato, è l’accordo siglato dalla FIR con Facebook per la trasmissione in diretta nel social network di Mark Zuckenberg di tutte le partite del campionato. Accordo siglato per la prima volta in Italia per un intero campionato che, chissà, potrebbe anche aprire nuove possibilità di visibilità per chissà quali altri sport minori. Fatto sta che dalla scorsa domenica è più facile seguire le imprese del massimo campionato italiano di rugby.

Anche comodamente seduti nel nostro divano abbiamo perciò potuto ammirare la lodevole prova de I Medicei che hanno ospitato i campioni in carica del Calvisano andando a sfiorare l’impresa di una vittoria che sarebbe stata più che meritata. Nonostante un primo tempo affrontato a “regime ritotto” dove hanno, di conseguenza, subito la carica degli ospiti, i bianco argento rossi riescono a ridurre il divario di punteggio al 37° grazie a una meta schiacciata da Rodwell su passaggio calciato da Newton che permette di andare negli spogliatoi con il punteggio di 10-19. Nella seconda metà di gioco i fiorentini letteralmente tirano fuori le unghie nella seconda frazione di gioco riuscendo a mettere sotto pressione gli ospiti arrivando, grazie a un drop del cecchino Dan Newton, a ribaltare il punteggio per 23-22.
Ma il Calvisano è una squadra di mestiere e non cede minimamente a livello psicologico, anche se sono stati superati nel punteggio al 79°. Il loro attacco è feroce e riesce nuovamente a tornare nelle 22 fiorentine e a trovare nuovamente la meta all’84°. La partita, particolarmente avvincente, si conclude per 23-27.

Una sconfitta ma che comunque ha regalato ottime soddisfazioni sia agli addetti ai lavori che ai semplici appassionati. Un utile punto bonus che stacca i Medicei dal fondo della classifica e finalmente mostra qualche risultato di tutto il lavoro effettuato dallo staff tecnico.
Pasquale Presutti, intervistato al merito, si è infatti dichiarato soddisfatto del lavoro effettuato dai ragazzi da lui, e da Stefan Basson, allenati. Un pizzico di sfortuna e l’errore di aver concesso troppo a un avversario troppo più esperto. Ma la strada è quella giusta.

Adesso i Medicei guardano al prossimo impegno, il 2 novembre, contro il Valorugby Emilia. Altra partita particolarmente difficile, visti risultati dela squadra emiliana nello scorso campionato,  c’è da aspettarsi un’altra bellissima prova.

Materiale fotografico di Donatella Bernini

(Visited 74 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Alessandro Fantini

Fiorentino di terza generazione, divoratore di libri e fumetti, instancabile frequentatore di cinema e pub. Tifoso sfegatato di rugby, collezionista compulsivo, amante dei tatuaggi.
Poi ho anche dei lati positivi.