Ci stiamo avvicininando alla fine dell’anno e in questo periodo è solito iniziare a tirare le somme del campionato in corso oltre  a seguire l’abitudine del tutto calcistica di nominare il “campione d’inverno”. Tutta la stampa specializzata si scatena in commenti e considerazioni più o meno tecniche o facete ma bene o male il messaggio che trapela riguardo ai nostri Medicei è che sono stati una sorpresa, in tutti i sensi.

Infatti i Medicei stanno dimostrando di essere una squadra in ascesa, in continuo miglioramento anche se ancora ci sono delle battute di arresto che gelano gli umori di tutti gli appassionati come quella contro il Viadana la scorsa giornata, squadra che, dopotutto, ha dimostrato di non essere poi così al di fuori delle possibilità dei giocatori fiorentini contrapposte da grandi prove come la vittoria al Battaglini.
Insomma un andamento altalenante che ancora non riesce a piacere alla carta stampatache sembrerebbe dovuto, sempre secondo i soliti ben informati, anche al troppo radicale cambio di formazione di quest’anno che avrebbe messo un po’ in difficoltà le strategie del precisissimo Pasquale Presutti.

A zittire tutte le varie voci è stato il risultato della scorsa settimana dei gigliati in casa del Verona. La settima giornata di campionato si è infatti conclusa a favore della squadra di Basson e Presutti per 17-33, una prova definita “maiuscola” comunque senza troppe sbavature che porta ben 5 punti in classifica (per il punto bonus offensivo per le 4 mete segnate, ricordo) che permette di allungare le distanze dal nono classificato, il San Donà, per iniziare a essere una minaccia per la posizione successiva, al momento occupata dal Rovigo.

Finalmente i Medicei possono dormire sonni tranquilli e dedicarsi al lavoro che devono fare per rispettare i loro obiettivi di quest’anno. Lo spettro della zona retrocessione sembra essere, per ora, scomparso.
Il prossimo impegno, domenica prossima alle ore 15:00,  li vedrà affrontare, guardacaso, il San Donà nelle mura amiche dello stadio Lodigiani. Se la precedente era considerata una partita importante, questa forse lo è ancora di più. Una ulteriore vittoria consoliderebbe la maturazione che tutti i giocatori stanno al momento dimostrando. Con buona pace dei vari creditori della squadra fiorentina.

Materiale fotografico da Ufficio Stampa Verona Rugby

(Visited 65 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Alessandro Fantini

Fiorentino di terza generazione, divoratore di libri e fumetti, instancabile frequentatore di cinema e pub. Tifoso sfegatato di rugby, collezionista compulsivo, amante dei tatuaggi.
Poi ho anche dei lati positivi.