E’ già successo altre volte, i Medicei giocano contro squadre di posizione più bassa in classifica, partite sulla carta più accessibili per la compagine fiorentina, e sorgono varie difficoltà.
Questo è il rugby, lo abbiamo già detto, non esistono partite facili. Soprattutto contro una squadra come il Verona Rugby che ha dimostrato una grande crescita durante questo campionato nonostante i risultati non siano proprio a suo favore. Grande è stato l’investimento fatto nella zona dagli scaligeri che ha fatto molto parlare di loro tra gli addetti ai lavori, l’apertura di una loro accademia privata, non sappiamo se al momento è stata realizzata o no, fa pensare, a esempio. a una squadra che sicuramente farà parlare di se nel prossimo futuro.

Particolarmente agguerriti e decisi a recuperare punti per riuscire a superare il San Donà in nona posizione, i ragazzi del Verona Rugby hanno dato, insomma, non pochi grattacapi ai Medicei che però riescono ad arginare l’assalto e ribaltare le sorti della partita a loro favore. Grazie anche al magistrale gioco di Carel Greef, incoronato Man of the Match, e al ritrovato Dan Newton finalmente tornato al 100% come percentuale ai calci piazzati.
Insomma niente da dire stavolta sulla prova dei bianco rosso argento che hanno dimostrato una prova di carattere  che ha meritato anche  le lodi  dell’allenatore Pasquale Presutti.

Vittoria per 30-14 che poco cambia in classifica ai fiorentini vista la vittoria delle Fiamme Oro sul Viadana, inoltre i prossimi match saranno molto aperti, tutto possibile visto che bene o male le classificazioni sono già definite, in altre parole ci sarà da divertirsi. Prossimo appuntamento sarà sabato prossimo, il 23,  dove i Medicei saranno ospitati dal San Donà.

 

Materiale fotografico di Donatella Bernini

(Visited 76 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Alessandro Fantini

Fiorentino di terza generazione, divoratore di libri e fumetti, instancabile frequentatore di cinema e pub. Tifoso sfegatato di rugby, collezionista compulsivo, amante dei tatuaggi.
Poi ho anche dei lati positivi.