Quest’oggi ho deciso di portarvi fuori con me a vedere alcuni dei miei angoli di Austin preferiti.

In questi giorni qui ad Austin è primavera inoltrata, fa caldo e c’è una bella luce, le persone sono allegre e la città è colorata.

capitol_2

Campidoglio

La prima foto in notturna è il Campidoglio. Austin è la capitale, come sapete, e siccome qui in Texas si vive secondo il motto “grande è bello”, a fine dell’ 800 quando hanno costruito il Capitol hanno pensato di farlo più grande di quello “ufficiale” che sta a Washington D.C. dove vive e lavora il presidente degli Stati Uniti… Eh sì, Texani megalomani!

frost-building_2

Frost Building

Sempre nella parte “downtown” della città poi si trova questo grattacielo. Si chiama “Frost Building”, che significa palazzo congelato. È una banca ed a me non piacciono le banche, ma questo edificio è davvero bello da vedere e da lontano, di notte sembra davvero fatto di ghiaccio.

south-first_2

Benvenuti!

Ci spostiamo a sud del fiume Colorado che divide la città, che è la zona dove vivo ed anche la più pittoresca. Qui vedete una insegna che dà il benvenuto, ritraendo alcuni dei musicisti e personaggi caratteristici.

saxon-pub_2

South Austin Music

Sempre in questa zona, si trova il mio negozio di chitarre preferito. Si chiama “South Austin Music” e l’insegna è questa gigantesca chitarra che ruota incessantemente tutto il giorno. Accanto al negozio il Saxon Pub, uno dei locali storici dove da sempre si esibiscono i gruppi più in voga di Austin.

food-trailer_2

Un food trailer

Ed infine la versione “austiniana” del trippaio fiorentino: il food trailer.
Ce ne sono a migliaia disseminati per tutta la città e non sono altro che roulotte che preparano e vendono cibo: dalle ciambelle (i donuts) al cibo indiano, tailandese, italiano, ed ovviamente messicano!

Prossimamente altre foto ed altre immagini … e spero di avervi fatto fare una mini vacanza!

(Visited 121 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Giulia Millanta

Giulia Millanta e’ una cantautrice fiorentina.
Per anni ha suonato nei migliori clubs e festival di tutta Italia, ha partecipato per 4 anni consecutivi all’ Acoustic Guitar Meeting di Sarzana, vincendo inoltre il premio carisch come miglior chitarrista e cantautrice nel 2010.
Ha condiviso il palco con artisti come Mary Gauthier, Andy White, Joe D’Urso, Willie Nile e molti altri..
I suoi numerosi viaggi e tours (Inghilterra, Spagna, Olanda, Germania, Stati Uniti) l’hanno portata con il tempo in contatto sempre più’ ravvicinato con la scena musicale statunitense.
Lo scorso anno si è trasferita ad Austin, Texas inserendosi rapidamente nella comunità musicale della capitale mondiale della musica dal vivo.
Ha all’attivo 4 dischi solisti: Giulia and the Dizzyness (2008), Dropping Down (2011), Dust and Desire (2012) registrato ad Austin e co-prodotto con David Pulkingham e “The Funambulist” (2014), una ricerca musicale sull’arte dello star in bilico fra diverse realtà, linguaggi, domande sulla vita, la morte, l’amore e tutte quelle altre “cosette” che occupano il nostro quotidiano.