Il Bar D’Angolo
Piazza della Calza angolo via Romana

Da pochi mesi ho traslocato e la prima cosa che ho subito cercato, come potete ben immaginare, è un bar di fiducia.
Mi spiego meglio.
Io amo molto sperimentare, assaggiare e testare nuovi locali quando sono in giro per Firenze ma devo avere comunque la certezza di avere un “mio” bar a due passi da casa.
L’ultimo arrivato nella mia lunga lista di bar sottocasa, (n.d.r. ho fatto diversi traslochi negli ultimi anni) è il Bar D’angolo.
Come dice il nome si trova all’angolo tra Piazza della Calza e via Romana ed è un barretto piccolo piccolo ma pieno d’anime.
La mattina, infatti, dietro il piccolo banco c’è Anna che appena mi vede mi saluta e si mette a preparare il mio “solito”.
Non mi chiede nulla, mi fa solo un cenno con la testa, mi fa un bellissimo sorriso e mi serve un latte macchiato in vetro bollente con cacao proprio come piace a me.
Lo so io sono il cliente che fa ordini impossibili ma vi giuro chi esaudisce i miei desideri mi conquista per la vita.
Se vi va un aperitivo e due ciane di calcio passate di qui nel tardo pomeriggio quando c’è Stefano e se vi va di parlare di musica basta aspettare che arrivi Mario.
Se vi dovessi descrivere il locale direi che è un bar vintage perché gli arredi sono immutati dagli anni ’60 ma sapientemente ricolorati con colori pastello tanto da rendere tutto molto allegro e fresco.
Sui tavolini c’è sempre la Repubblica e il Corriere dello Sport come nei bar onesti ma al muro accanto a vecchie bottiglie di selz e macinini da caffè c’è anche un 40 pollici ultrapiatto per gustare meglio le partite della Fiore.
Le paste del bar D’angolo vengono da un buon laboratorio di pasticceria dove sono bravi a fare budini, sfoglie e cornetti ai cereali e anche i salati sono di alto livello e buon prezzo.

Il prezzo: cappuccino+brioche 2,30€
Il pezzo forte: non chiudono mai! Quest’anno per la prima volta in vita mia ho fatto colazione al bar la mattina di Natale e di Capodanno…da ricordare

(Visited 977 time, 3 visit today)
Share

Dicci la tua

Carlotta Ansaldi

Frutto dell’unione tra San Niccolo’ e la Colonna, nata per il Capodanno fiorentino vivo in Oltrarno… piu’ fiorentina di me forse c’e’ solo la bistecca.
Amo tanto gli animali, i libri, i miei tanti studenti e il mio lavoro di Archeologa per bambini ma la mia vera grande passione sono cappuccino, pasta e cronaca di Firenze rigorosamente al bar!