Black out, non può essere descritto diversamente quello che è successo alla squadra fiorentina nel secondo tempo dello scontro fuori casa contro il Viadana. Dopo un primo tempo praticamente perfetto con tre splendide marcature dei Medicei, per la precisione di Lubian, Greef e Mattoccia, e la chiusura della prima metà con l’ottimo parziale di 21-10, resta inspiegabile quanto è successo nella seconda metà.
Sembrava tornata la vecchia squadra di inizio campionato, indisciplinata e mal disposta in campo, in altre parole i Medicei hanno regalato la vittoria al Viadana a suon di falli dando loro vita facile nella rimonta del punteggio. Ben 5 calci di punizione consecutivi subiti a inizio secondo tempo, tanto per fare un esempio, ben 16 punti subiti contro nessuno portato a segno danno un buon esempio del “black out” in cui i bianco rosso argento si sono trovati.

Partita persa, va detto, per 26-21 contro una squadra tutt’altro che facile da affrontare e inseguitori dei Medicei in classifica visto che la vittoria sulla squadra fiorentina ha fatto superare al Viadana il San Donà, ora in ottava posizione.
Resta il premio di consolazione del punto bonus difensivo che, incredibilmente e grazie alla sconfitta delle Fiamme Oro contro il Rovigo, accorcia le distanze per arrivare alla quinta posizione. Ma è meglio restare con i piedi a terra e portare a casa quanto conquistato fin ora, quanto meno questo è il pensiero di Pasquale Presutti intervistato in merito, visto che una sesta posizione è già un ottimo risultato.

Presutti, poi, non si è detto preoccupato della prova di questa partita degli atleti fiorentini, anzi. Continua a ripetere che la squadra non presenta grosse criticità, il vero problema è che i ragazzi bianco rosso argento tendono, parafrasando l’allenatore di origine aquilana, a complicarsi la vita. In altre parole più disciplina in campo e il gioco è fatto.

Speriamo che questa cosa succeda nella prossima partita, domenica prossima, dove i Medicei ospiteranno in casa il Verona Rugby.

Materiale fotografico di Donatella Bernini

(Visited 74 time, 2 visit today)
Share

Dicci la tua

Alessandro Fantini

Fiorentino di terza generazione, divoratore di libri e fumetti, instancabile frequentatore di cinema e pub. Tifoso sfegatato di rugby, collezionista compulsivo, amante dei tatuaggi.
Poi ho anche dei lati positivi.