Anche nelle giornate più assolate, più calde, più torride, quando il Gazzettino toscano ha annunciato l’allarme afa, quando si preannuncia la giornata con temperatura più alta dal 2003 a oggi, se sei stretto nel giogo del cemento, a ribollire e a sudare, col ventilatore forza tre, puntato dritto sulla tua faccia, puoi comunque pensare, evadere mentalmente e rinfrescarti. Perché il caldo dà alla testa, ma una cosa rimarrà ineluttabile, certa, appiglio sicuro per menti ribelli: il gioco delle somiglianze.
Così, se nelle altre stagioni incroci qualcuno per strada, lo scruti, lo metti a fuoco, lo sorpassi e poi lo analizzi col tuo database cerebrale, pensando: no… ma quello… era Val Kilmer con i capelli del maestro Mazza! Oppure operi analisi più dettagliate, che incrociano dati e tratti somatici, perché… sì! lei! lei ha il naso di Nicole Kidman e gli zigomi di Victoria Beckham! Così, d’estate, invece, nelle giornate bollenti, quando l’asfalto frigge e te, mente superiore di intuizioni geniali, te ne stai a riflettere in un tutt’uno col tuo divano, accendi la televisione, sfogli Novella 2000 e rifletti su personaggi noti dello show-business, pensando a come non abbia potuto ricevere il Nobel per la genetica, l’Oscar alla carriera per l’intuizione più geniale, il primo grande luminare che abbia scoperto la somiglianza Drupi-Prodi.
E dopo settimane di bombardamento mediatico, venerazione religiosa, apprezzamento per le doti della moglie, pensi e ripensi a chi possa essere Mario Gomez. Poi, con la stessa vena intuitiva del dottor Emmett L. Brown, di “Doc”, capisci che è lui, è proprio lui: George McFly, il padre di Marty, in Ritorno al Futuro, nella sua versione più zimbella e anni cinquanta.
E tu, porco… toglile le mani di dosso!
E dopo un’intuizione così arguta, nel caldo-umido sconquassante e sconfinante, rimane solo una cosa da fare:
Ritorno al divano.
Back to the Sofa

Da un’intuizione di Emiliano Pierini e Michele Arena
Prosegue su Il Cinemaniaco mercoledì mattina

Omozigoti

(Visited 409 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Paolo Serena

Paolo Serena, sociologo e giornalista, toscano doc e fiorentino mezzosangue, è un gran tifoso viola e un fan senza tempo di Riccardo Zampagna.
Ama gli spaghetti alle vongole, il caffellatte con le Gocciole e il sud-est asiatico; odia la Juve.
Diventa fan di Ultras da Tastiera