Previsto per il prossimo 22 agosto la prima giornata del torneo Pro14 post emergenza Covid-19. Il board del torneo ha proposto una formula che garantisce la sua chiusura e l’assegnazione di tutti i titoli e qualificazioni alle coppe europee che si è particolarmente ridotta ma che da una ottima prospettiva su quello che sarà il rugby nel prossimo futuro.

Molto semplice quanto proposto. Tutte le partite posticipate verranno conteggiate come dei pareggi con 2 punti in classifica per squadra. Garantite poi i derby per ogni federazione partecipante e le partite più rilevanti per la definizione del campione.
Il tutto terminerà il 12 settembre con la finale con un totale di 4 giornate giocate per andare poi a disputare il torneo 2020/2021 da ottobre. Un tour de force, vero, ma una soluzione abbastanza accettabile.

La Federazione Italiana Rugby dovrà ora confrontarsi con il governo italiano per definire i termini con cui giocare queste due partite delle franchigie ma ci siamo. Il rugby in Italia sta per ripartire. Speriamo bene.

Ma che situazione hanno il Benetton Treviso e le Zebre Rugby? In questo periodo di fermo forzato non sono state con le mani in mano sia come preparazione, addirittura uno speciale allenamento di team building per i  multicolor dove hanno dovuto fare manovalanza edile, sia come mercato giocatori. Sempre più attivo il progetto permit player con un totale di ben 11 nuove promesse a ingrossare le file delle due squadre.
Interessante anche notare il cosiddetto “perrmit player al contrario”, dove giocatori della franchigia vengono messi a disposizione di una squadra di Top12, attivo anche se in maniera non ancora sufficiente secondo il nostro modesto parere.

Tante anche le dipartite, purtroppo,. la quarantena ha fatto riflettere molti giocatori che hanno preferito o ritirarsi dal circuito internazionale o di semplicemente ritirarsi, altri hanno semplicemente scelto altre strade i. Piuttosto lunga la lista di nomi non più eleggibili per la nazionale maggiore tra cui contiamo Alessandro Zanni, Dean Budd, Tito Tebaldi e Antonio Rizzi.

Restiamo dunque in attesa di ulteriori sviluppi, soprattutto sulle decisioni sui parametri che permetterebbero alle squadre di tornare in campo in quanto potrebbero essere decisivi per l’inizio del prossimo campionato Top12

(Visited 53 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Alessandro Fantini

Fiorentino di terza generazione, divoratore di libri e fumetti, instancabile frequentatore di cinema e pub. Tifoso sfegatato di rugby, collezionista compulsivo, amante dei tatuaggi.
Poi ho anche dei lati positivi.