Sabato 25 settembre del 1943 gli Alleati bombardarono per la prima volta la città di Firenze, colpendo l’area della stazione di Campo di Marte e causando 215 vittime. Nel 1943 e 1944 furono realizzati diversi rifugi di fortuna per cercare di proteggersi dalle bombe, spesso riutilizzando gli scantinati degli edifici. Uno di questi rifugi fu realizzato sotto una parte di piazza della Repubblica, come testimoniato da una fotografia dell’epoca. Il riparo, dalla capienza di 200 persone, fu probabilmente costruito in fretta dopo i bombardamenti di via Mannelli e ancora una scritta su una delle colonne della piazza ne indica la posizione.
Il rifugio si trovava esattamente nel luogo dove c’era stato il foro della città romana, poi diventato l’unica piazza della prima città medievale, il Mercato Vecchio. Si tratta di uno dei luoghi più densi di storia della città e archeologicamente più interessante. Sopra la pavimentazione in marmo del foro romano, tra i 2 ed i 3 metri di profondità rispetto al suolo attuale, ci sono gli strati di terreno cresciuti durante il periodo medievale, un libro fatto di strati e reperti, l’unica prova materiale della storia fiorentina di vari secoli. Forse è meglio dire c’erano, visto che il rifugio antiaereo sarà stato scavato per alcuni metri sotto il livello del suolo. Giustamente, visto l’emergenza ed il pericolo. Chissà se i veloci scavi avranno riscoperto le lastre marmoree del foro e cosa avranno pensato i fiorentini dei reperti che emergevano dal terreno.
Molte volte ho sentito parlare di probabili scavi in piazza della Repubblica per cercare le testimonianze della Firenze antica e medievale, ma questo rifugio antiaereo avrà sicuramente distrutto gran parte degli strati e reperti. Un altro danno irreparabile (ma assolutamente giustificato dall’emergenza) dell’ultima guerra.

Rifugio antiaereo in piazza della Repubblica durante la Seconda Guerra Mondiale

Indicazione del rifugio, ancora leggibile su una delle colonne del porticato della piazza. Da http://www.pitturediguerra.it/

Bombardamenti di Campo di Marte nel settembre del 1943. Immagine da http://www.approfondendo.it/marco/marco_bombardamenti_firenze=24agosto2009.htm

(Visited 852 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Emiliano Scampoli

Archeologo e programmatore, insomma uno dei tanti ossimori viventi. Ha pubblicato “Firenze, archeologia di una città” e altro sulla Storia di Firenze in base ai dati archeologici. Qui scrive una rubrica su quello che c’è sotto Firenze e come influenza ciò che sta sopra.