Zebre – Brive

Giro di boa nelle coppe europee, finito il girone di andata e le formazioni italiane si trovano a dover affrontare, per una stranezza del calendario impostogli, le stesse squadre dello scorso turno. Settimana scorsa parlavamo del rugby italiano rappresentato come un otto volante, parafrasando Conor O’Shea, e la cosa resta, purtroppo a seconda dei punti di vista, ancora più che attuale.

Mette a tacere le voci di una potenziale crisi il Benetton Treviso che, anche se non senza difficoltà, riesce a imporsi sul Lione facendo dimenticare la pessima prova dello scorso turno. Qualche modifica nella formazione in campo e maggiore consapevolezza bastano ai Leoni per giocare una partita ottima coronata dalla ultima e bellissima meta di Lazzaroni che ferma il punteggio, fino ad allora incerto, per 25-22 contro una delle maggiori formazioni francesi.

Non riescono nell’impresa di ottenere la terza vittoria consecutiva le Zebre che nuovamente affrontano il Brive.. I multicolor devono combattere un Brive particolarmente aggressivo e decisamente scosso dalla precedente sconfitta,  le Zebre sprecano molto e  riescono a sbloccare la partita oramai a tempo quasi scaduto. All’80° il cartellone segna 24-10 ma non ci sentiamo davvero di criticare il gioco italiano, soprattutto nella fase finale dove hanno realmente dimostrato grande prova di orgoglio.

Prova di orgoglio dimostrata anche dal Calvisano che ha ospitato la corrazzata del Leicester Tigers, dopo una sonora sconfitta fuori casa e preparati per la partita di ritorno nel proprio campo, gli italiani hanno messo corpo e anima nell’affrontare gli avversari arrivando, impresa non da poco considerata la differenza tra le due formazioni, a portare a casa un utile punto bonus difensivo. A fine partita  il cartellone segnava 13-20.

Adesso non resta che aspettare l’ultimo appuntamento del 2019 con una ulteriore giornata di Top12 e Pro14  dove potremo godere del derby italiano. Le Zebre ospiteranno il Benetton Treviso, una paritta che sicuramente farà parlare di sé!

(Visited 39 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Alessandro Fantini

Fiorentino di terza generazione, divoratore di libri e fumetti, instancabile frequentatore di cinema e pub. Tifoso sfegatato di rugby, collezionista compulsivo, amante dei tatuaggi.
Poi ho anche dei lati positivi.