Da sempre uno dei quartieri più trafficati e rumorosi e cementificati di Firenze, grazie al parco del San Donato Novoli si colora di verde e tranquillità. Sorge nell’ex area Fiat, dove mio padre mi racconta aver comprato ben due mitiche “cinquecento”. Un immenso piazzale che ospitava officine meccaniche e vendita dello storico marco automobilistico italiano, già da qualche anno è un piccolo polmone verde della nostra città. Circondato da un lato dall’alieno palazzo di giustizia, da poco operativo e dall’altro dal polo universitario. Nel mezzo un piccolo laghetto con una verde acqua trasparente fa venire voglia di immergersi. Tanto prato verde dove si snodano piccoli sentieri in bianca ghiaia battuta, un piccolo spazio giochi per i bambini e il Fontanello del comune che distribuisce acqua gassata e naturale. Da un lato un bellissimo gazebo celeste e verde situato in cima a una montagnola che raggiungo con un piccolo sforzo sui pedali della mia mountain bike. Davanti ai miei occhi gli alloggi universitari e la vista di alcune studentesse accarezzate dal sole che sfoggiano un bikini in terrazzo; riprendo a pedalare impegnando gli ormoni sui pedali. Le verdi collinette sono ottime per far divertire la forcella ammortizzata della bici. Gli spruzzi dell’acqua del laghetto, i verdi Sali e scendi, un venticello che muove l’erba e quasi mi sembra di essere nel Mugello. Ci sono due entrare per accedere al parco; una dal viale Guidoni e l’altra in via di Novoli, altezza Esselunga. Proprio davanti a quest’ultima una lunga scalinata come quella nel film del primo Rocky Balboa, quando Stallone corre in cima con la folla di ragazzini che lo segue e alza le braccia al cielo. Decido di scenderla in sella alle due ruote e comincio cosi a far sobbalzare il sedere, fino a fermarmi in fondo alla scalinata con una sgommata sulla ghiaia che alza un bianco polverone. Mi distendo sul prato con i fili d’erba che accarezzano le mie mani, il rumore del traffico attorno alle mie orecchie si trasforma nel dolce infrangersi delle onde del mare sugli scogli; respiro la magia.

(Visited 132 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua