Come spesso accade, e come spesso descrivo, il mio girovagare tra mercati rionali e supermercati, alla ricerca di prelibatezze che non conosco, mi ha portato a scoprire, anzi no, a notare prodotti che sono sicuramente da tempo sui banchi di vendita, ma che non hanno mai attratto la mia attenzione.

Sul banco della pescheria del supermercato, tra i vari pesci dai diversi colori, dal rosa salmone al nero delle cozze, ho notato un ciuffo verde intenso quasi oliva. Avvicinandomi ho notato una confezione che conteneva delle alghe, con foglie fatte a bastoncino, che ricordano alcune piante grasse, sulla confezione si legge “alghe salicornia”.

Una ricerca veloce in internet mi ha dato questi risultati:

Salicornia o asparago di mare, pianta diffusa sulle coste europee, semi acquatica dal sapore salato, non contiene grassi è ricca di vitamina C, ottimo alimento per chi ha problemi di reni o per chi soffre di gotta. Di questa alga mangiamo i rami più giovani e teneri, raccolti prima della fruttificazione.

Salicornia o asparago di mare si può mangiare sia crudo che leggermente scottato, oppure facendolo saltare in padella. Più che ad un asparago, mi assomigliano agli spinaci, ottimo come insalata, contorno o semplicemente come base per piatti di pesce.

Salicornia leggermente lessata:

Salicornia o asparago di mare 700g
Pomodori 2 di media dimensione
Pasta di acciughe un cucchiaino
Olio extravergine di oliva q.b.
Limone q.b.
Sale e pepe se necessario

Mentre scottate leggermente gli asparagi di mare, preparate una salsa composta con olio, limone e il cucchiaino di pasta di acciughe, e emulsionate bene. Scolate la salicornia, tagliate a fettine il pomodoro mettendo il tutto in una ciotola capiente, aggiungete la salsa, mescolate, assaggiate, aggiustate di sale se necessario, tenendo presente che sia la salicornia che la pasta di acciughe hanno sapore salato.

Ho accompagnato questa pietanza con delle acciughe fritte, il risultato è un piatto fresco gustoso e saporito.

Il vino

Canavese Bianco “Spumante”
Uvaggi: Uve erbaluce 100%
spuma: leggera, evanescente;
Invecchiamento: da consumarsi entro l’anno
Gradazione alcolica: minimo 11.0°
Colore: giallo paglierino scarico;
Profumo: caratteristico, delicato;
Sapore: fresco, fruttato, caratteristico da brut a extra dry;
Abbinamenti: Aperitivo antipasti e piatti di pesce
Temperature di servizio: 8/10°
acidità: totale minima 5,0 g/l
estratto: non riduttore minimo 17,0 g/l

Buon appetito! E se provate questi particolari asparagi, fatemi sapere.

Insalata di Salicornia o asparago di mare

Insalata di Salicornia o asparago di mare

(Visited 1.126 time, 2 visit today)
Share

Dicci la tua

Stefano Poli

Nato a Prato, ma vivo a Firenze da sempre. Sommelier dal 1986, amante del buon cibo ed estimatore del buon vino. Viaggiatore singolare, proiettato alla scoperta di nuovi sapori, usanze e costumi diversi. Un piccolo aneddoto che mi riguarda: la soddisfazione di “aver pestato i piedi a Steven Spilberg durante un ricevimento a cui ero presente, come sommelier. Volete sapere qual è stata la sua reazione? Molto elegantemente, si è complimentato con me per la scelta dei vini.