Il rugby femminile è in ascesa, in Italia. I numeri parlano chiaro, aumento delle tesserate, delle squadre con tanto di intenzione, da parte della Federazione Italiana Rugby, di creare sia un campionato di Serie A e uno di Serie B per meglio collocare le varie squadre che si stanno affacciando al mondo della palla ovale.

Tutto merito sicuramente dell’ottimo lavoro delle ragazze di Andrea Di Giandomenico che si sono rese protagoniste di una striscia di imbattibilità mai vista nel rugby italiano. Partendo dai due test match autunnali arrivando al torneo delle Sei Nazioni di categoria, considerando anche il pareggio della precedente partita conto il Galles, le Azzurre stanno dimostrando di essere le vere protagoniste del rugby nostrano.

Ma la prova della scorsa settimana ci ha realmente fatto gonfiare il petto di orgoglio. Ospiti dell’occasione, in quel di Parma, le Irlandesi, noto scoglio su cui i colori azzurri più volte sono andati a infrangersi, questa volta affrontate a viso aperto e con ottimo gioco fino ad arrivare a portare a casa il risultato di 29-27!

Prima vittoria in assoluto per le italiane sulle irlandesi e primo posto in classifica, anche se temporaneo. Un risultato mai visto, un vero e proprio record.
Da citare, poi, lo 87° cap azzurro per Sara Barattin che diventa, assieme a Michela Tondinelli, leader assoluto delle presenze in nazionale.
In questo momento la nazionale maggiore fatica a ottenere risultati concreti,  continua a dimostrare ottime prove mostrando si un continuo margine di crescita come contro i verde smeraldo della loro categoria, ma le vittorie mancano. Di conseguenza ne risente tutto il movimento, purtroppo, ma le ragazze stanno portando una vera e propria boccata di ossigeno. L’Italia è nel rugby che conta e si è meritata il suo posto. Brave ragazze!

(Visited 33 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Alessandro Fantini

Fiorentino di terza generazione, divoratore di libri e fumetti, instancabile frequentatore di cinema e pub. Tifoso sfegatato di rugby, collezionista compulsivo, amante dei tatuaggi.
Poi ho anche dei lati positivi.