Diego nostro che sei nei campi, sia santificato il tuo sinistro. Venga a noi il tuo calcio, siano esaltati i tuoi gol, come in cielo così in terra. Dacci oggi la nostra dose quotidiana di magia, perdona gli inglesi, come noi perdoniamo la camorra napoletana. Non ci indurre in fuorigioco e liberaci da Havelange, Diego. (Il “Diego nostro” della Iglesia Maradoniana)

Ricapitolando: il campionato è appena finito, in quindici giorni sono stati accostati alla Fiorentina 35 nomi di calciatori, Pradè non avrebbe mai più trattato con la Giuve, ma Jovetic diventerà gobbo. In più: siamo senza Fiorentina giocata da ben due settimane, potremo distrarci per qualche serata con qualche squadra minore – tipo la Nazionale Italiana – ma sarà comunque una lenta e lunga agonia fino ad agosto. Quando ripartiremo con la Fiorentina e quella spasmodica attesa per il fine settimana calcistico.
Cosa fare in questi lunghissimi due mesi e mezzo di domeniche perdute? Non esiste che una soluzione: fondare la Bati-chiesa.
Via i demoni del calciomercato. Davanti a noi, splendente, la Iglesia di Reconquista, forte e potente come una punizione del Bati. Capace di accecare gli increduli, spiriti vuoti ancora a cercare di capire come sia potuto passare quel sombrero su Franco Baresi.
Il 1° febbraio festeggeremo il Natale, con guanti nuovi come pacco dono per Lehmann e la testimonianza di Ibrahim Ba, il miracolato: che, su quella leggendaria punizione a due in aria, non venne sfigurato in volto dal pallone.
Nell’annus Argentinii 44, il 44 d.B. (dopo Batistuta) gli uomini di scienza, esperti di geometrie non euclidee, cercheranno di spiegare ciò che non è spiegabile, provando a dimostrare l’inesistenza dell’angolo di tiro di Wembley, della cometa di Arsenal-Fiorentina.
E i chierichetti dal capello fluente correranno alla bandierina. Zittendo la platea. E poi  gridando: “Irina ti amo”.

 Fonte della foto: www.calcioclips.com

(Visited 69 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Paolo Serena

Paolo Serena, sociologo e giornalista, toscano doc e fiorentino mezzosangue, è un gran tifoso viola e un fan senza tempo di Riccardo Zampagna.
Ama gli spaghetti alle vongole, il caffellatte con le Gocciole e il sud-est asiatico; odia la Juve.
Diventa fan di Ultras da Tastiera

TESTTTTTTTTT

Il tifo contro

TESTTTTTTTTTT

Una storia triste