Venere in Leone vi rende radiosi, ma i pianeti in Cancro possono inclinarvi al lamento e al rimpianto.  Urano vi sprona ad utilizzare meglio la vostra energia.
Questa Venere vi riporta ai vostri stravizi edonistici. Preparatevi a ripartire per una nuova fase di distacco e di esplorazione della parte non visibile della realtà.
Siete al gran finale del vostro show; brillate ancora un po’. Può partire ancora qualsiasi progetto, anche e soprattutto d’amore.
Giove è entrato nel vostro segno: per le donne intravedo la maternità, ma con Urano in posizione per niente rilassante se ne riparla più in qua.
Con Venere nel vostro segno splende la vostra magnificenza e generosità: tante iniziative possono andare a segno anche in amore, ma attenti alla solita serpe nascosta in seno.
Ultimi giorni di stress procurato da Marte in Gemelli. Intanto dovreste già sentire l’effetto rilassante dell’atmosfera sempre più cancerina.
Siete costretti a osservare con attenzione le basi emotive dei vostri rapporti; può darsi che alcuni si rivelino campati in aria. AstroloGhetti vi consiglia di rimettere al centro voi, invece degli altri.
Ora vi vedo fermi su voi stessi o chiusi dentro, ma è il momento di ricominciare un percorso di trasformazione; il cielo sta cambiando a vostro favore.
Venere in Leone vi dona una forma strepitosa, ma c’è ancora Marte opposto, quindi attenti a non inciampare nel vostro cammino.
Questa atmosfera sempre più cancerina vi può portare un po’ di malinconia o anche qualcosa di imbarazzante per voi: innamorarvi.
Venere in Leone vi chiede un po’ più di generosità nei rapporti sentimentali. Marte sta per finire la sua azione di stimolo positivo nelle vostre varie attività.
Con Giove in Cancro cresce la fiducia e diminuisce la tensione, anche se, ancora per poco, Marte rende difficile la comunicazione. Mettete a fuoco la strategia per un cambiamento importante.
(Visited 40 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Enrico Ghetti

Nato a Firenze nel marzo 1971, degli anni della formazione ciò che ricorda più volentieri è il Liceo Classico Galileo, dove ha avuto modo di conoscere molti dei suoi amici più cari, più stimolanti e più originali con cui ha coltivato negli anni varie passioni artistiche: la sua soddisfazione più grande ad oggi è stata recitare come attore protagonista in DepressOne, un paradossale spot per un farmaco prodepressivo; gli piace molto anche fare musica (suona la chitarra); verso i trent’anni ha incontrato l’astrologia e ne è rimasto profondamente affascinato. Negli ultimi anni ha scoperto che scrivendo può comunicare molto di più che parlando; comunque, se opportunamente stimolato, parla pure e, talvolta, anche di sua iniziativa.