sunsetIl sole fa capolino dal cielo nuvoloso con qualche timido raggio di sole. Sono le 10 di mattina e fuori c’è un’aria frizzante, 16 gradi danno il benvenuto alla primavera. Si respira un’atmosfera tranquilla e di pace. Tutto intorno una vegetazione di un verde brillante, un gruppo di pecorelle e qualche casetta con il tetto spiovente. In lontananza l’oceano, il suo blu intenso, le onde, la sua forza….

Siamo a Raglan, un piccolo paradiso nella regione del Waikato, isola del nord della Nuova Zelanda e questa è l’avventura di Giulia Bartolucci e Andrea Masini, Graphic Designer lei e Interior Designer lui, con in comune la passione per il surf e lo spirito del viaggiatore. Giulia, intraprendente e sognatrice, sempre pronta a scoprire le ultime novità del web è la mente organizzatrice; Andrea, con il suo spiccato senso pratico e la voglia sfrenata di inseguire le onde, è lo spirito libero della coppia. Insieme sei mesi fa sono partiti per la Nuova Zelanda.

giulia e andreaPerché mollare tutto e viaggiare verso una nuova vita?

Sicuramente la voglia di scoprire il paese più lontano e più giovane del mondo è stata fondamentale. Anche la crisi economica dell’Italia ha avuto il suo peso. In più poter ottenere un visto lavorativo di 1 anno entro i 31 anni, in un paese con un ottimo stile di vita e tante onde per surfare, era un’occasione che non potevamo lasciarci scappare.

 

Di che cosa vi occupate adesso?

Andrea lavora come falegname e io (Giulia) mi occupo di marketing e comunicazione pubblicitaria. Abbiamo fatto anche esperienza come woofers, ovvero abbiamo lavorato circa 15 ore a settimana per una eco-accommodation in cambio di alloggio. In Nuova Zelanda se si ha voglia di fare e si è intraprendenti le strade sono varie.

surfboardsQual è l’essenza del viaggio per voi?

L’essenza del viaggio è scoperta, esplorazione, surf e tutte le sorprese che i viaggi riservano. È bello rendersi conto di quanto non si finisca mai di imparare, di arricchirsi, di sentirsi vivi.


E il mare?

L’oceano ci da una fortissima energia, amiamo vedere il sole tramontare da dentro l’acqua! Le onde al tramonto riservano sempre qualcosa di speciale.

Cosa si prova a cavalcare un’onda?

C’è una frase di Gerry Lopez, noto surfer Hawaiano, che dice “Surf is where you find it”. Il surf è dove lo trovi ed è esattamente cosi, molto personale, molto soggettivo. Quando lo trovi difficilmente lo abbandoni.

beach

Qualche aneddoto?

Andare a fare la spesa a piedi, trovarsi in fondo ad una salita con le buste in mano e un autobus pubblico fuori servizio si ferma e ti offre un passaggio fino a casa. È bellissimo ricordarsi che la gentilezza non ha confini.

Cos’è che vi ha colpiti di più?

Lo stile di vita è affascinate e a tratti buffo: i bambini sono spesso scalzi, la pioggia non è importante si fa festa ugualmente, case e giardini sono spesso in disordine ma non è problema. Se qualcuno è di fretta non è perché fa tardi a lavoro, ma perché sta facendo jogging. Si vive in modo semplice ma forse si apprezza di più la vita!

on the roadLa Nuova Zelanda in tre tips

Essere sempre pronti al cambio di stagione, in un giorno si passa dal sole alla pioggia, la natura qui fa da padrona.

Scarpe da trekking, macchina fotografica e zaino in spalla: la vera Nuova Zelanda è fuori dalle grandi città, qui ci sono più pecore che persone!

Rafting, bungee jumping, parapendio… per i più coraggiosi c’è l’imbarazzo della scelta.

Progetti per il futuro?

Continuare a cercare le onde, alimentare la nostra vena creativa e non smettere di sognare!surfing

 

 

 

 

(Visited 664 time, 2 visit today)
Share

Dicci la tua

Francesca Pallecchi

Fiorentina, classe 1981, Francesca si destreggia tra progetti e collaborazioni nell’ambito della comunicazione e degli eventi (della serie Welcome to the jungle!), ma soprattutto nutre una passione sfrenata per i viaggi. La potete vedere con l’aria felice e sorridente quando indossa scarpette da trekking e zaino in spalla per andare alla scoperta del mondo. Ha all’attivo una lunga serie di avventure, dal Sud America all’Africa, dall’Europa all’Asia. E sia che si tratti di mete vicine o lontane, di viaggi reali o immaginari, ha un motto: L’importante è partire!