GucciniSiamo a Casedisopra, Appennino Tosco Emiliano. Inverno. La pioggia la fa da padrona e col suo impetuoso fluire determina smottamenti del suolo e influenza l’umore dei paesani. Nel quotidiano tran tran accade una sparizione sospetta: un geologo, incaricato di sondare il terreno circostante il paese, scompare misteriosamente. Fra una frana e l’altra ecco che dopo un paio di giorni, fra i massi e la massa scivolante a valle, appare il corpo dello scienziato. Qui entrano in gioco i tutori dell’ordine; da una parte il maresciallo Barnaba della benemerita e dall’altra l’ispettore Gherardini, detto Poiana, della Forestale. Da qui altri morti infangheranno questo tranquillo paese di montagna.
Questa per sommi capi la storia.
Ma quello che fa di questo testo un ottimo libro è ancora una volta la capacità dei due autori di creare un’atmosfera sia per quanto riguarda la cornice sia per quanto riguarda la vicenda.
L’aria che si respira in questo paese di valico, umido, nebbioso, immerso in un bosco intricato, coi suoi personaggi caratteristici; l’osteria del paese che fa da raccolta di umani e di storie in una sorta di sosta obbligata per il pellegrino; i montanari, i visitatori, i caratteristici paesani: Tutto tende a ricreare quelle emozioni che si avvertono solo vivendo in certi luoghi.
La storia fa poi da legante fra il contesto e l’indagine che le forze dell’ordine portano avanti con una collaborazione che poggia sull’amicizia e sulla reciproca fiducia.
Mi sono così ritrovato proiettato fra le strade battute dalla pioggia in questa cittadina di montagna, attento a seguire la progressione degli eventi.
Grande atmosfera per una storia originale. Ben scritto.

Edizione commentata

Francesco Guccini Loriano Macchiavelli, La pioggia fa sul serio, Mondadori Editore, Milano, 2015

(Visited 74 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Filippo Papini

Nato a Firenze (qualche tempo fa) dove vive e lavora. Laureato in Lettere, ha pubblicato i testi teatrali Tutti mi vogliono, tutti mi cercano, La danzatrice dal ventaglio nero, È quasi ora, Le perdute parole; un poliziesco Giallo mare; una raccolta di poesie Osè e una serie di articoli per riviste di nautica. Nel 2011 ha contribuito alla nascita dell’associazione culturale Arseniko. www.arseniko.it

TESTTTTTTTTTT

Candido