Ho trovato questo libro sulla scrivania di mia nipote Alice, quattordicenne, alla quale ho chiesto che ci facesse lì quel testo su un argomento così particolare: – lo avevamo da leggere per il “Giorno della memoria” – Un testo quindi scolastico che credo meriti attenzione anche da parte nostra.

È un racconto sull’amore assoluto che si sublima nell’amicizia fra due sedicenni, Hans, di origine ebrea, e Konradin Hohenfels, erede di una delle più antiche aristocrazie germaniche. Il tutto durante l’ascesa di Hitler e del suo efferato progetto. Un racconto breve, delicato come una novella e crudo e pragmatico come l’evolversi dei sentimenti durante quell’esperienza terrificante che ha coinvolto milioni di persone. L’affannosa ricerca di una uguaglianza fra ceti sociali così diversi crollerà miseramente allorché Konradin manifesterà la sua fede nazista. Per sopravvivere Hans sarà costretto a rifugiarsi in America cercando allo stesso tempo di cancellare l’orrore storico e la memoria della sua amicizia con Konradin.

Dopo trent’anni la forza dei sentimenti, saldati fra i due giovani attraverso i momenti indimenticabili in cui vivevano l’uno per l’altro, risorgerà impetuosa ed inarrestabile suggellando per sempre un amore puro ed eterno.

– “ Quando ho letto che Konradin era stato giustiziato, ho iniziato a piangere perché ho pensato al povero Hans che non avrebbe più potuto rivederlo né chiarire quello che era successo… triste vedere due amici separarsi… un’emozione davvero pesante.” – Queste parole di commento, proprio di mia nipote, spiegano, senz’ombra di dubbio, quanto possa essere ancora emozionante una lettura su argomenti così profondi ed intimi.

Edizione commentata

Fred Uhlman, L’amico ritrovato, Giangiacomo Feltrinelli Editore, Milano, 2011

(Visited 625 time, 2 visit today)
Share

Dicci la tua

Filippo Papini

Nato a Firenze (qualche tempo fa) dove vive e lavora. Laureato in Lettere, ha pubblicato i testi teatrali Tutti mi vogliono, tutti mi cercano, La danzatrice dal ventaglio nero, È quasi ora, Le perdute parole; un poliziesco Giallo mare; una raccolta di poesie Osè e una serie di articoli per riviste di nautica. Nel 2011 ha contribuito alla nascita dell’associazione culturale Arseniko. www.arseniko.it