Avendo già, qualche tempo fa, affrontato l’argomento streetfood di Budapest, ultima mia meta del mio continuo girovagare, preferisco questa volta soffermarmi su uno dei suoi prodotti più tipici. Il Langos.

La pronuncia corretta è “langosc” ed altro non è che una sorta di schiacciata fritta che molto ricorda il nostro tondone. Differisce per dimensioni (in Ungheria vanno molto pesanti con le portate) e condimenti.

Il Langos può essere acquistato praticamente ovunque in quanto spuntino tipico di quasi tutto il nord est europeo, baracchini dove trovarlo sono praticamente ovunque ma un paio di segnalazioni vanno fatte. Da evitare assolutamente il bar subito sotto il castello di Buda. Anche se buono è estremamente caro, considerato anche il cambio a favore.
Mentre se avete voglia di avventuravi in Somogyi Bela Utca troviamo un piccolo fondo nascosto tra altre attività, consigliato da alcuni amici è risultato essere molto economico e buono. Da provare!

Condimenti? C’è l’imbarazzo della scelta. Partendo dalla semplice spennellata di salsa all’aglio, ovvero la ricetta originale, passando per la classica versione al formaggio fino alle più fantasiose con wurstel o peperoni. Insomma un langos ed una bevuta permettono di fare un pasto completo con pochissimi euro, il che non è mai un male. Mettiamoci sopra la bontà ed abbiamo trovato forse la perfezione!

 

 

(Visited 330 time, 4 visit today)
Share

Dicci la tua

Alessandro Fantini

Fiorentino di terza generazione, divoratore di libri e fumetti, instancabile frequentatore di cinema e pub. Tifoso sfegatato di rugby, collezionista compulsivo, amante dei tatuaggi.
Poi ho anche dei lati positivi.