Da giovedì 14 a domenica 17 marzo
INTERNATIONAL VISUAL THEATRE
COMPAGNIA PAOLO NANI (Danimarca)
L’ARTE DI MORIRE RIDENDO

uno spettacolo di e con
Paolo Nani e Kristjan Ingimarsson

Organizzazione BAGS Entertainement

Premio NRZ – Comedy Arts Festival Moers, Germania.
Nominato per un Reumert, L’Oscar del teatro danese

Penultimo appuntamento dell’International Visual Theatre con il grande clown Paolo Nani che, dopo averci fatto scoppiare dalle risate nel 2006 con La lettera, torna sul palco di Rifredi con la promessa di farci morire dal ridere. The art of dying, L’arte di morire ridendo questo il titolo dello spettacolo che Nani, ferrarese e danese di adozione, ha scritto e interpreta insieme al suo allievo prediletto Kristjan Ingimarsson, islandese e anche lui danese di adozione, come il suo maestro dotato di un talento smisurato, di una fisicità e di una capacità di improvvisare fuori dal comune.
Insieme ci regalano ottanta minuti di comicità e commozione senza parole, ma con tantissima vita dentro, per quanto ciò possa sembrare strano se pensiamo al titolo… L’arte di morire ridendo esplora il grande tabù che tutti noi dobbiamo prima o poi affrontare ma che scegliamo di ignorare.
E’ la storia di due clown, un duo di grandi attori al culmine della carriera: improvvisamente uno di loro apprende che sta per morire. Ma com’è difficile immaginare la morte di un clown… Non ci sono istruzioni, indicazioni da seguire per un clown… Come riuscire a morire dignitosamente senza disturbare troppo chi ci sta attorno e, soprattutto, lo spettacolo che ogni sera deve andare in scena? E, accidenti,  tutto questo deve proprio accadere a metà di un tour di grande successo?
Quando non c’è più nulla da perdere è il momento di godersi “l’ora” come non mai, ma nel fantastico mistero della vita prima della morte, niente va esattamente come dovrebbe…
Il fondale è il sipario di un teatro dove, di sera in sera, si manifesta l’allegra complicità dei due, che vediamo sia uscire verso il pubblico che rientrare nel backstage, nella loro quotidianità di attori, amici e concorrenti, sempre pronti a rubare all’altro un applauso in più. L’espediente di vedere sia davanti che dietro il sipario, permette a Nani e Ingimarsson di mostrarci il loro meraviglioso affiatamento scenico: alle gags fatte per l’invisibile pubblico oltre il sipario, corrispondono, nel backstage, le schermaglie comiche dei due fotografati nella loro quotidianità, e non si riesce più a capire cosa sia più esilarante e toccante, se la vita vissuta o quella recitata.
Un testo (un testo senza parole ovviamente), di grande delicatezza e intelligenza ma anche di immediata godibilità, un miracoloso equilibrio tra le lacrime di commozione e quelle procurate dalle risate. Per grandi e bambini, da non perdere.
Un grande successo europeo che, dopo aver vinto il Comedy Arts Festival di Moers,  ha recentemente raccolto un brillante risultato di pubblico e critica al London Mime Festival 2011. La dimostrazione che le arti legate alla clownerie permettono di affrontare qualsiasi tema e di farlo in modo del tutto originale.

Orario spettacoli:

feriali ore 21-domenica ore 16:30

Per info:  055 4220361/2
intero € 14 – ridotto € 12

Punto Box Office: dal lunedì al sabato ore 16-19

Teatro di Rifredi
via Vittorio Emanuele II, 303 – 50134 Firenze
www.toscanateatro.it

(Visited 133 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Filippo Papini

Nato a Firenze (qualche tempo fa) dove vive e lavora. Laureato in Lettere, ha pubblicato i testi teatrali Tutti mi vogliono, tutti mi cercano, La danzatrice dal ventaglio nero, È quasi ora, Le perdute parole; un poliziesco Giallo mare; una raccolta di poesie Osè e una serie di articoli per riviste di nautica. Nel 2011 ha contribuito alla nascita dell’associazione culturale Arseniko. www.arseniko.it