Come la versione maschile il torneo del 6 nazioni femminile nasce, originalmente, come disputa tra le isole del regno britannico ed era denominato come Home International Championship. Inghilterra, Scozia, Irlanda e Galles, hanno portato avanti le loro partite per anni fino all’ammissione della Francia, diventando il 5 nazioni.
L’apertura alla sesta squadra, come vedremo in seguito, lo fa diventare, alla fine, un torneo di grande importanza. Ma in quel di Firenze avremo soltanto due delle nazionali coinvolte, vediamole più da vicino.

italiaAttiva dal 1984 e ultima entrata a far parte del 6 nazioni femminile, dopo un avvicendamento con la Spagna del 2007 che permise al 6 nazioni femminile di avere le stesse squadre del maschile, la nazionale italiana rugby XV sta dando lustro al rugby nostrano posizionandosi addirittura all’ottavo posto nel ranking mondiale (classifica delle squadre più forti, il dato è del febbraio 2014). Le azzurre si sono anche pregiate della vittoria, nel tempo, di tre coppe europee.
Risultati di tutto rispetto soprattutto se confrontati con la nazionale maschile che, pur tenendo in considerazione la maggiore numero e difficoltà di partite, non sono riusciti ad ottenere lo stesso risultato.
Sempre allenata da Andrea di Giandomenico, lo scorso 6 nazioni le azzurre si sono pregiate di due vittorie, ovvero contro il Galles e la Scozia riuscendo a piazzarsi al quarto posto per differenza punti.

irlandaStoria più tormentata quella della nazionale Irlandese anche se con la grande tradizione che hanno alle spalle è più solida delle nostre azzurre. Nel 2000 ha dovuto ritirarsi dal 5 nazioni cedendo il posto alla Spagna e rientrando nel 2002 accolta a gran voce in quanto venne creato, appunto, il 6 nazioni.
Le verde smeraldo hanno vinto il 6 nazioni nel 2013 facendo il Grande Slam ed hanno poi ottenuto discreti risultati nelle altre edizioni in cui hanno partecipato.
Statistiche neanche da paragonare ai colleghi maschi di cui, si sa, la squadra è una delle più forti al mondo.

Queste sono le due squadre che avremo modo di vedere affrontarsi il prossimo 6 febbraio sul campo Lodigiani in uno scontro sicuramente di altissimo livello.

Parte delle informazioni contenute in questo articolo sono state ottenute consultando il sito wikipedia.it

ERRATA CORRIGE: A causa di un errore di trascrizione nello scorso post figura la Francia come vincitrice dell’ultimo mondiale rugby femminile. In realtà le partite sono state giocate in Francia e il titolo è andato all’Inghilterra.

6 nazioni banner
(Visited 98 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Alessandro Fantini

Fiorentino di terza generazione, divoratore di libri e fumetti, instancabile frequentatore di cinema e pub. Tifoso sfegatato di rugby, collezionista compulsivo, amante dei tatuaggi.
Poi ho anche dei lati positivi.

TESTTTTTTTTTT

Rugby e Business