Questa domenica tutta Italia è al voto. A Firenze, insieme alle europee, ci sono anche le amministrative e i fiorentini devono scegliere il nuovo sindaco tra dieci candidati sostenuti da una miriade di liste zeppe di candidati. Alcuni simboli sono ormai noti, ma i più, fra nuove formazioni e liste civiche, sono davvero sconosciuti. E allora a cercare il nome del candidato prescelto in tutti quegli elenchi che, per leggerli tutti ti ci vuole un’ora buona. Dicono che in alcuni seggi c’è un po’ di coda: forse non per votare, ma per leggere tutto!
Diciamo la verità: “l’è proprio un gran bailamme!”. Si è davvero una bella baraonda.
A dire la verità con il termine di bailamme si descrive meglio la confusione in senso di rumore, ma noi a Firenze amiamo modellarci i vocaboli come meglio ci aggrada, e così il povero elettore indeciso, come quello incontrato stamattina, si è fatto ben capire da tutti quando, ormai stanco e ancora più indeciso ha sbottato ad altra voce: “ L’è proprio un gran bailamme!”.
Anche questo sostantivo, come alcuni altri in uso nel nostro linguaggio corrente, ha una derivazione orientale ed è frutto di quegli interscambi commerciali della Firenze mercantile. Infatti la derivazione è dalla parola turca bayram che, in senso ampio, ha il significato di festa, intesa come un grande concentramento di persone che, parlando, gridando, suonando (insomma: agitandosi in allegria), fanno appunto un gran bailamme.
Ancora oggi in Turchia le grandi feste religiose e nazionali vengono chiamati Bayrami come la Kurban Bayrami, che è la più solenne festa dell’Islam e celebra la sottomissione a Dio di Abramo.
Sicuramente anche in questa competizione elettorale ci saranno dei vincitori che, per festeggiare si ritroveranno in piazza a festeggiare. Sicuramente ci sarà un gran bailamme con canti, urla e quant’altro, ma certamente non faranno “cose turche”.

(Visited 207 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Maurizio Bertelli

Da sempre innamorato di Firenze e della sua storia, per diletto e passione scrive spaziando dalla saggistica si romanzi, fiabe, racconti, modi di cucinare sempre improntati sulla fiorentinità.

TESTTTTTTTTT

Ne ho a bizzeffe!

TESTTTTTTTTTT

A ufo