litizzetto1

Erano come un fiume in piena. Un alluvione grigia che ha invaso le strade del centro di Firenze dalla mattina quasi all’alba fino al pomeriggio. Un alluvione gentile che non ha lasciato righe nere nei palazzi e che non ha avuto bisogno di eroi particolari come gli angeli del fango. Un alluvione sorridente perchè c’ha fatto scoprire che il colore grigio non è poi così grigio. Un colore che Domenica si è presentato con trentamila sfumature diverse, tante quante le persone che hanno partecipato a Corri la vita. Trentamila sfumature unite in un unico obiettivo, quello di contribuire con la loro partecipazione a realizzare e a qualificare le strutture pubbliche di Firenze specializzate nella lotta contro il tumore al seno.

Firenze ha aggiunto il grigio ai suoi colori. Allo sfondo bianco dove rosseggia il suo bel giglio. Al viola della sua squadra del cuore, la Fiorentina. Il grigio sul viola poi ci sta da 10. A proposito c’era anche lui, Giancarlo Antognoni, il 10 per antonomasia. Trentamila persone è il numero di persone che stanno nel nostro Stadio quando è stracolmo, ma vederli camminare per ore e ore fa impressione. Ognuno dei trentamila ha voluto vivere Firenze diversamente dal solito. Fermandosi a guardarla e non attraversarla soltanto. Fermandosi a guardare le trentamila sfumature dei trentamila colori diversi dei suoi palazzi, delle sue strade, dei suoi monumenti, delle sue case. Che bella la nostra città.

Punto e a capo. Domani è un altro giorno. Ma sarà così bella anche domani.

corri-la-vita-6 giancarlo gonzalo1
(Visited 115 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Giovanni Grossi

Ho cinquantanni e per il mio lavoro ho la fortuna di girare per Firenze in bicicletta e quando scendo dalla bici vado a piedi e quando sono stanco salgo sull’autobus. Il mio primo amore è la scrittura ed il mio primo amore dura tuttora. Sono tra i fondatori dell’associazione Tandem di pace e sono nella giuria del premio letterario fogli di viaggio dedicato alla figura di Tiziano Terzani. Adoro i miei figli e mangiare un panino con l’hamburger la domenica sotto la curva Fiesole. Dimenticavo….il mio primo odio è la juve ed anche questo dura tuttora.