A voi Mercurio e Venere in Gemelli piacciono, perchè il vostro motore a scoppio con l’ossigeno del primo segno d’aria si mette in moto e parte. Settimana piacevole e briosa.
Uno dei temi centrali per voi in questo periodo è combattere a fianco dei vostri fedeli, riscoprire la fiducia delle persone care, ma anche affidarsi a persone sconosciute.
Venere è entrata nel vostro segno e a metà settimana arriverà anche Mercurio, vostro pianeta dominante: avete ampia facoltà di sfarfallegiare qua e là, vivaci e suadenti.
Urano e Plutone continuano a stimolarvi all’impegno intenso, ma non mancano la serenità e la tenerezza che la vostra natura richiede.
Mercurio e Venere vi rendono più duttili e concilianti, meno fermi nelle vostre posizioni. Potreste anche decentrare qualcosa di sostanziale.
Ancora sotto pressione, criticate e siete criticati; continua la battaglia (con possibilità di successo a medio-lungo termine) per ottenere più solide certezze.
Situazioni lavorative e problemi di non facile soluzione continuano a impegnarvi a fondo, ma Mercurio e Venere vi predispongono a nuovi, interessanti e piacevoli incontri.
Siete in piena lotta, che sia per denaro, per amore o per passione; bisogna che rischiate in modo più definitivo.
Siete sempre più frenetici, avviati al moto perpetuo; dovete impegnarvi a badare più all’utile e meno alla gloria, che ora come ora risulta vana.
Sole e Marte continuano a darvi sicurezza e determinazione per raggiungere i vostri scopi, ma trovate spesso avversari da affrontare apertamente, ma con strategia ben ponderata.
Stante il fatto che in questo periodo la vostra libertà è limitata dalla necessità di una vostra più assidua vicinanza a persone a cui siete legati, c’è anche modo di rilassarsi e di svagarsi.
Ultime settimane di un periodo non facile: per molti aspetti siete in difesa e venite punzecchiati da vari insetti, alcuni anche velenosi. Stanno per arrivare situazioni planetarie molto più adatte a voi
(Visited 71 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Enrico Ghetti

Nato a Firenze nel marzo 1971, degli anni della formazione ciò che ricorda più volentieri è il Liceo Classico Galileo, dove ha avuto modo di conoscere molti dei suoi amici più cari, più stimolanti e più originali con cui ha coltivato negli anni varie passioni artistiche: la sua soddisfazione più grande ad oggi è stata recitare come attore protagonista in DepressOne, un paradossale spot per un farmaco prodepressivo; gli piace molto anche fare musica (suona la chitarra); verso i trent’anni ha incontrato l’astrologia e ne è rimasto profondamente affascinato. Negli ultimi anni ha scoperto che scrivendo può comunicare molto di più che parlando; comunque, se opportunamente stimolato, parla pure e, talvolta, anche di sua iniziativa.

TESTTTTTTTTTT

Toro annodato