Tradizione oramai ben radicata è quella di accompagnare una gita estiva verso la costa Toscana con un piatto, o cartoccio, di frittura di pesce.
Se poi vi trovate a Livorno avete l’imbarazzo della scelta su dove andare a mangiare perciò non fatevi scoraggiare dal traffico caotico della città labronica e fatevi consigliare dai nemici/amici della costa qualche baracchino nascosto chissà dove (tutt’ora non sono riuscito a trovare una fantomatica friggitoria vicino all’acquario…)!

Mio caldo consiglio è, invece, il “Chiosco del Manalu'” in piazza Giuseppe Micheli. Posizionato davanti alla statua dei Quattro Mori ad un tiro di schioppo dalla Fortezza Vecchia, si tratta di un piccolo baracchino con qualche seduta in una zona d’ombra accanto ed alcuni tavolini sotto l’impietosa cottura del sole estivo.
Curiosità del posto: anche se non ho potuto notare, stante la mia conoscenza dell’argomento, particolari accortezze nella cottura dei vari piatti, la friggitoria vanta di essere specializzata nella cucina “gluten free”, il paradiso dei celiaci, infatti pasticcini e vari assaggi preparati ad hoc fanno bella mostra di se sul piccolo bancone

Sono stato accolto da due simpaticissime ragazze che, nella maniera spiccia tipica della zona, hanno preso e preparato immediatamente la mia ordinazione. Manco a dirlo ho scelto la frittura di pesce che faceva da regina in un discreto menù. Qualche possibilità di scelta tra vini e birre. Opto per la birra, tragico errore.

La frittura forse non è delle più abbondanti ma decisamente fresca e fatta con una pastella leggerissima. Insomma deliziosa e rigorosamente servita senza posate. Non delle migliori la birra che mi è stata proposta, anche se c’è da dire che è una bevanda per celiaci.

Il costo? A quanto mi viene raccontato dagli amici che ho nella zona il “Chiosco del Manalu'” si assesta con un prezzo decisamente più basso della media, ma questo è tutto da provare. Comunque sia è una attività, anche se palesemente di nuova apertura, valida: merita una sosta!

(Visited 301 time, 2 visit today)
Share

Dicci la tua

Alessandro Fantini

Fiorentino di terza generazione, divoratore di libri e fumetti, instancabile frequentatore di cinema e pub. Tifoso sfegatato di rugby, collezionista compulsivo, amante dei tatuaggi.
Poi ho anche dei lati positivi.