Mohammadalì Esteki

Sei Nazioni e Top12 raramente vengono in contatto ma questa volta è successo andando, sicuramente, a disturbare il più piccolo e purtroppo meno importante torneo nazionale. La nazionale italiana ha affrontato la Francia in quel di parigi praticamente allo stesso orario in cui i nostri Medicei, nel posticipo domenicale, ospitavano l’estremamente ostico Mogliano.
Evidente disorganizzazione della Federazione Italiana Rugby che dovrebbe evitare di disperdere l’attenzione degli appassionati con una più oculata gestione del calendario delle partite di campionato, male purtroppo cronico a sentire i vari racconti di allenatori e atleti che anche troppe volte hanno dovuto rinunciare o ad assistere a una partita della nazionale per impegni della propria squadra o viceversa.  Ma poco possiamo farci, questa è la realtà in cui viviamo e tant’è.

Il giro di boa del campionato vede ancora una volta vittoriosi i Medicei che centrano il quarto successo consecutivo. Una vittoria, non propriamente scontata, contro il Mogliano, squadra particolarmente quadrata e ben piazzata in campo. Continua la crescita della squadra fiorentina che finalmente mette in campo tutto il lavoro fatto fino ora soprattutto nelle fasi statiche e i risultati non tardano a farsi vedere.
Infatti ben quattro sono le marcature segnate dai bianco rosso argento che permettono loro a continuare a salire nella classifica al sesto posto a pari merito, appunto, con il Mogliano.

Nonostante una certa soddisfazione, dopotutto i Medicei rispetto allo scorso campionato hanno soltanto 5 punti in meno in classifica e considerato quale è stato l’andamento di quest’anno c’è di che esserne fieri, Pasquale Presutti continua a bacchettare gli atleti su quella che lui chiama “il male dei Medicei”: la disciplina in campo. Tanti, troppi sono ancora i calci concessi all’avversario che, fortunatamente, questa volta non ha saputo sfruttare al meglio.

29-16 il punteggio raggiunto comunque dalla squadra fiorentina che adesso si appresta ad affrontare l’impegno della prossima settimana. Sempre in casa contro il Petrarca e una buona prova è fondamentale per riuscire superare il risultato dello scorso anno. Prova molto difficile ma è il momento di provare la raggiunta maturità dei Medicei.

 

(Visited 80 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Alessandro Fantini

Fiorentino di terza generazione, divoratore di libri e fumetti, instancabile frequentatore di cinema e pub. Tifoso sfegatato di rugby, collezionista compulsivo, amante dei tatuaggi.
Poi ho anche dei lati positivi.