In una inaspettata bellissima e calda giornata, dopo una nottata di tempeste e pioggie varie, si è avuto la tanto attesa prima giornata di campionato.
Quest’anno, saprete sicuramente, è stata caratterizzata dal derby nostrano che, come in ogni sport che si rispetti, è particolarmente sentito. Infatti un gran numero di spettatori hanno invaso lo stadio Mario Lodigiani, gli addetti ai lavori dicono oltre ottocento paganti, partecipazione degli sponsor, tanti anche i giornalisti presenti. Insomma tutto faceva sperare in una gran bella festa.

Inizia la partita ed iniziano, purtroppo, i dolori. I Medicei, che sfoggiavano per l’occasione una nuova maglia gialla a bande rosse che ha lasciato molti interdetti, dimostrano immediatamente una superiorità fisica rispetto ai ragazzi dei Cavalieri che vengono letteralmente spazzati via in mischia. Neanche a dirlo si ha immediatamente una differenza punti difficilmente recuperabile. Poche le iniziative del Cavalesto che non riesce ad entrare del tutto in partita. Soltanto due volte riescono a concretizzare cedendo il campo per un 55-10 a fine partita.

Match comunque godevole che però non permette una reale valutazione delle due squadre. Troppo divario? Alcune assenze importanti per i Cavalieri? Difficile dirlo.
Fatto sta che con il punto bonus ottenuto i Medicei si piazzano in prima posizione in classifica, davanti all’Accademia Francescato e, purtroppo, i Cavalieri Union affrontano la prossima partita da ultimi in classifica.

Settimana prossima il Cavalesto ospiterà il Pro Recco Rugby (calcio di inizio alle 15;30) mentre si avrà la prima partita fuori casa per i Medicei contro il Cus Genova. A questo punto resta da vedere se continua la tendenza mostrata domenica scorsa.

(Visited 47 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Alessandro Fantini

Fiorentino di terza generazione, divoratore di libri e fumetti, instancabile frequentatore di cinema e pub. Tifoso sfegatato di rugby, collezionista compulsivo, amante dei tatuaggi.
Poi ho anche dei lati positivi.