Rientrato dalle vacanze, sono rimontato in sella alla mia mountain bike per farmi un giro alle Cascine. Il parco, in particolare la zona di piazza Vittorio Veneto è un cantiere battuto dal sole. Sono rimasto di ghiaccio quando ho visto le ruspe che avevano fatto a pezzi l’ex discoteca Meccanò, chiusa per incendio doloso nel 2008. Il sindaco Renzi si è presentato in bici davanti al vecchio locale, per dare il via ai lavori di demolizione. Nell’e x area disco sorgerà un centro visite, un ristorante, un noleggio bici e altro ancora; i dettagli della riqualificazione dell’area sono ancora avvolti dal mistero. La discoteca negli anni 70 si chiamava “i Tigli” ed era una balera, dove mio padre con il ciuffo di capelli alla Little Tony andava a rimorchiare. Nel corso degli anni la trasformazione della struttura ha portato il Meccanò ad essere uno dei locali più famosi di Firenze, con dj di fama internazionale e ospiti del jet set italiano. Personalmente ho iniziato a frequentarlo negli ultimi anni 90’, quando con quindici mila lire si pagava il biglietto d’entrata e lo chiamavamo il “Mecca”.La discoteca aveva una parte esterna, a pieno lavoro nel periodo estivo ed una interna con il ristorante la “Piccionaia”. Quest’ultima era situata al piano superiore del locale e aveva la particolarità di essere proprio adiacente al tetto della struttura; da qui il nome Piccionaia. In questa zona del locale erano organizzate cene a tema, alla fine delle quali, i tavoli divenivano la pista da ballo dove scatenarsi. Ricordo di aver festeggiato lì miei vent’anni, ballando sopra quei tavoli con la musica di Gigi D’Agostino che faceva girare i dischi. Stessa fine è già in programma per l’ex discoteca concorrente “Central Park”, situata sul lato opposto della piazza; anch’essa orami chiusa da circa tre anni. I due locali si sono dati battaglia a suon di dischi per più di trent’anni, animando le notti fiorentine. Spero che la riqualificazione dell’area darà maggiore risalto al parco delle cascine attirando maggiormente gli sportivi, i turisti e le famiglie fiorentine. Credo anche però che creare luoghi per i giovani, locali, discoteche sia d’importanza e dignità paritaria; la musica è vita.

(Visited 602 time, 5 visit today)
Share

Dicci la tua